Finocchio: tagliano la strada allo scooter con l'auto e fuggono a piedi, morto 53enne

L'uomo alla guida di un Sh è deceduto dopo il trasporto a Tor Vergata. Caccia al pirata della strada scappato con un'altra persona dopo aver lasciato la Nissan Micra sulla Casilina, incrocio via di Fontana Rotta. Indaga la polizia locale del Gruppo Torri

I rilievi sulla via Casilina dopo l'incidente

Si sono immessi sulla via Casilina per andare in direzione Roma Centro. Sulla loro sinistra proveniva però un Sh 300 della Honda che non ha fatto in tempo ad evitare l'auto finendo la propria corsa contro la fiancata della Nissan Micra. Un impatto fatale per un 53enne, morto dopo il trasporto d'urgenza al Policlinico Tor Vergata. L'incidente intorno alle 19,30 di ieri 13 giugno all'incrocio tra la consolare e via di Fontana Rotta, zona Finocchio.

MORTO ALL'OSPEDALE - Rimasto in terra lo scooterista, due persone che erano a bordo dell'utilitaria sono state viste da alcuni testimoni allontanarsi velocemente a piedi lasciando la Micra incidentata sulla via Casilina. Sul posto sono arrivate le ambulanze del 118 ed hanno trasportato il ferito d'urgenza al Policlinico Tor Vergata. Una corsa contro il tempo che non è bastata a Mario Moreschini, questo il nome della vittima, deceduto poi al nosocomio romano.

CACCIA AL PIRATA - Sul posto oltre ai carabinieri, gli agenti del VI Gruppo Torri della Polizia Locale di Roma Capitale, coordinati dal capitano Oscar Mastroianni che, svolti i rilievi stradali, hanno ascoltato i testimoni e cominciato le ricerche dei fuggitivi. Immediati i controlli sulla Nissan Micra guidata dal pirata della strada che non è risultata rubata ma bensì intestata ad un giovane cittadino albanese.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

RUDERE ABBANDONATO - Arrivati a Zagarolo, domicilio dell'intestatario dell'auto, gli investigatori hanno trovato un rudere abbandonato e questo potrebbe fare pensare che sia un falso recapito domiciliare, così come che la Micra possa essere stata intestata ad un prestanome. Le ricerche sono proseguite per tutta la notte riprendendo poi la mattina di sabato 14 giugno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento