menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scooter tampona carroattrezzi sulla corsia d'emergenza: muore motociclista di 25 anni

Inutili i soccorsi, per il giovane scooterista non c'è stato nulla da fare. Sul posto PolStrada e personale Anas

Ennesimo incidente mortale sul Grande Raccordo Anulare, l'arteria urbana più trafficata d'Italia. A perdere la vita uno scooterista romano di 25 anni, deceduto dopo essere stato coinvolto in uno scontro con un carroattrezzi. Per il giovane centauro non c'è stato nulla da fare, i soccorritori intervenuti sul posto non hanno potuto far altro che constatarne il decesso. Il sinistro mortale è avvenuto intorno alle 9:20 di oggi 18 gennaio in prossimità dello svincolo per l'autostrada A1 Roma-Firenze, in carreggiata interna. 

Incidente mortale sul Raccordo Anulare

In particolare l'incidente è avvenuto all'altezza del chilometro 24+600 dell'A90. Secondo quanto ricostruito dagli agenti della Polizia Stradale della sottosezione Settebagni intervenuti sul posto per svolgere i rilievi scientifici, il giovane scooterista si è scontrato con un carroattrezzi fermo sulla corsia di emergenza dove poco prima si erano tamponate due vetture. Poi l'impatto, violento, che non ha lasciato scampo al 25enne, morto sul colpo. Sul posto anche l'ambulanza del 118 ed il personale Anas.

Traffico sul Raccordo Anulare

Per consentire i soccorsi sono state attuate delle deviazioni in loco con la viabilità deviata temporaneamente sulla sola corsia di sorpasso. Pesanti le ripercussioni al traffico con rallentamenti e lunghe code sino al termine degli accertamenti. Terminati i rilievi e rimossi i mezzi incidentati, la salma del 25enne è stata messa a disposizione dell'Autorità Giudiziaria. 

Incidenti mortali sul Grande Raccordo Anulare di Roma

Una dinamica purtroppo non nuova quella avvenuta stamattina sul Grande Raccordo Anulare. Anche per questo da parte della Polizia stradale vengono sottolineati alcuni consigli. Il primo è riferito agli automobilisti protagonisti di incidenti per i quali vale il consiglio/obbligo di spostarsi in un'area di servizio per scambiarsi i dati e per discutere sulla dinamica. Il secondo, ovviamente, è quello di non viaggiare sulla corsia d'emergenza. "Una prescrizione", sottolineano con rammarico dalla Stradale, "che purtroppo non sempre viene rispettata, soprattutto da parte dei motociclisti". Infine un appello a chi purtroppo rimane vittima di incidente: "Chiamate sempre i carroattrezzi e non affidatevi a quelli in transito sul Gra, a caccia proprio di sinistri". 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento