Tragedia sulla Nomentana: padre e figlio di 7 anni muoiono di ritorno dallo stadio

L'incidente si è verificato nel comune di Fonte Nuova. Stefano De Amicis ed il piccolo Cristian tornavano a casa dopo aver visto la partita di Champions League all'Olimpico

Stefano De Amicis ed il figlio Cristian con il capitano della Roma Francesco Totti (foto facebook Stefano De Amicis)

Tragedia sulla via Nomentana dove padre e figlio di 7 anni sono morti in seguito ad un incidente stradale. Stefano De Amicis ed il piccolo Cristian stavano tornando a casa a Santa Lucia dopo aver assistito allo stadio Olimpico alla partita di Champions Legue tra Roma e Bayern Monaco. L'impatto tra lo scooter T-Max 500 guidato dal 37enne ed una Opel Tigra che procedeva in senso contrario si è verificato intorno alle 23.00 al chilometro 22+100 della consolare, nel tratto di strada tra Tor Lupara e Fonte Nuova, alla cosiddetta 'curva della Madonnella'.

IMPATTO FRONTALE - Ancora incerta la dinamica dell'incidente, sulla quale stanno lavorando i carabinieri della stazione di Mentana e della compagnia di Monterotondo, intervenuti sul posto subito dopo l'impatto frontale. Alla guida della Opel Tigra, che secondo i primi rilievi stradali avrebbe invaso la carreggiata opposta dopo una curva dove diverse volte si sono registrati incidenti mortali, un cittadino romeno di 40 anni, assieme ad altri due connazionali di 37 e 20 anni. I tre, residenti a Fonte Nuova come le vittime, si sono fermati a prestare i primi soccorsi allertando il 118. 

MORTO SUL COLPO - Per padre e figlio non c'è stato però nulla da fare. Il piccolo Cristian è morto sul colpo, nonostante i tentativi di rianimarlo da parte dei sanitari del 118. Disperate le condizioni del padre, trasportato d'urgenza all'ospedale Sant'Andrea, dove è morto dopo essere arrivato in prognosi riservata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

ALCOL TEST - Sottoposto ad alcol e droga test, l'autista dell'auto sportiva sarebbe risultato negativo. Il 40enne, e gli altri due passeggeri a bordo della vettura,  sono stati soccorsi in codice verdi agli ospedali Sandro Pertini e Sant'Andrea. Il guidatore della Opel Tigra è stato indagato per "duplice omicidio colposo". Sia l'Opel Tigra che il T-Max sono stati sequestrati al fine di effettuare gli accertamenti utili a ricostruire l'esatta dinamica di quanto accaduto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Elezioni comunali 2021: Federico Lobuono si candida a sindaco di Roma

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

  • Coronavirus Roma, studenti positivi a Nuovo Salario e Acilia. Sanificato plesso a Tor de' Schiavi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento