menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incidenti stradali, sangue sulle strade di Roma: due morti in nove ore

La polizia locale di Roma Capitale è al lavoro per ricostruire la dinamica dei due incidenti mortali avvenuti venerdì sulle strade della Capitale

Due uomini morti sulle strade di Roma in appena nove ore. E' stato un venerdì di sangue, quello vissuto sulle arterie della Capitale. Due persone che hanno incrociato in maniera macabra i loro destini. E su entrambi i sinistri, la polizia locale sta lavorando per ricostruire l'esatta dinamica. 

La prima tragedia, in ordine di tempo che ha macchiato il 26 febbraio, è stata quella sulla Circonvallazione Clodia. Qui, intorno alle 14, è morto G.A., un uomo di 63 anni, caduto dalla sua moto Honda Cbr e finito contro un'auto. Un sinistro su cui sarà complesso far luce. 

Le indagini sull'incidente mortale sulla Circonvallazione Clodia

Da una primissima ricostruzione sembra che il 63enne procedesse in direzione piazzale degli Eroi quando, all'altezza di via Amato, ha perso il controllo del mezzo, ed è scivolato per circa 20 metri andando a sbattere contro una Lancia Musa che arrivava dalla parte opposta, condotta da un 46enne che, nelle sue intenzioni, avrebbe voluto imboccare via Mario Amato, in un punto in cui la svolta è però vietata.

Da capire, quindi, se G.A. abbia perso il controllo della sua Honda a causa dell'asfalto sconnesso, oppure perché impaurito dalla manovra del 46enne alla guida della Lancia. I caschi bianchi indagano e hanno acquisito anche le immagini di alcune telecamere di sicurezza puntate proprio su quel tratto di strada. Il 46enne alla guida della Lancia rischia di essere indagato per omicidio stradale.

Incidente mortale a Centocelle

La seconda tragedia di venerdì si è verificata a Centocelle. A perdere la vita F.G., queste le sue iniziali, morto a 41 anni dopo aver perso il controllo del suo Renault Kangoo. Mentre percorreva viale della Primavera, ha sbandato all'altezza di via Carpineto, finendo contro un albero, per poi ribaltarsi. 

Nel mezzo, l'uomo aveva verdure, frutta e bottiglie. Non è escluso, quindi, visto anche l'orario serale che il 41enne abbia perso il controllo del furgoncino mentre stava andando o tornando verso il lavoro. Chi indaga non esclude un possibile, e fatale, colpo di sonno. In questo caso, ad indagare sono gli agenti della Polizia Locale dei gruppi Torri, Prenestino e Casilino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento