rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Incidenti stradali Collatino / Via Alvari

Bollettino di guerra sulle strade della Capitale: otto morti in cinque giorni

Gli incidenti si sono registrati a partire dallo scorso venerdì 21 marzo con la morte della 18enne Valentina Giannini. Nella sola giornata di oggi altre tre vittime a Tor Vergata, Olgiata e Tor Sapienza

Un vero e proprio bollettino di guerra. Sono otto le persone morte sulle strade della Capitale in appena cinque giorni. L'ultimo mortale in ordine di tempo poco dopo le 17,30 di oggi 25 marzo in zona Tor Sapienza. A perdere la vita un centauro alla guida di una moto Ktm, dopo un impatto frontale con una Ford Focus grigia. La tragedia in via Alvari, incrocio via Salviati. Per il motociciclista non c'è stato nulla da fare, è morto dopo essere stato trasportato in codice rosso al Policlinico Casilino. Sul posto gli agenti del V Gruppo Casilino della Polizia Locale di Roma Capitale.

TOR VERGATA  - Una giornata cominciata nel peggiore dei modi con un altro uomo, Mario Salvatore, morto su via Silicella, zona Tor Vergata, dopo aver accusato un malore mentre si trovava alla guida di una Smart Four Four. Sempre in mattinata un altro sinistro si è verificato su via della Magliana con uno scontro tra un'auto ed uno scooter, con il motociclista ricoverato in codice giallo all'ospedale San Camillo.

ISOLA FARNESE  - Poco dopo le 16,30 di oggi pomeriggio è stato invece un 23enne a morire dopo essere stato trasportato d'urgenza all'ospedale San Filippo Neri in condizioni critiche. L'impatto mortale in via Vincenzo Tieri, zona Olgiata-Isola Farnese, dove Nicolae Lupu, questo il nome della vittima, è finito il proprio scooter contro un palo della luce,

DUE MORTI SULL'A12 - Un copione simile si è verificato nella giornata di ieri 24 marzo. A perdere la vita sull'Autostrada A12 Roma-Civitavecchia due romani di 64 e 67 anni, terminati fuori strada mentre si trovavano a bordo di una Nissan Primera. Un impatto tremendo, che non ha lasciato scampo a Giuseppe Corvino e Orlando Massara, deceduti sul colpo dopo essere stati sbalzati fuori dall'abitacolo dell'autovettura mentre viaggiavano in direzione della cittadina portuale.

INVESTITO SOTTO CASA - Una vera e propria strage che ha riguardato anche la zona di Torre Angela, dove sabato sera è morto Walter Baghino, titolare in pensione di un'edicola in viale dei Romanisti, zona Torrespaccata. Una morte assurda con il 60enne sbalzato contro le lamiere degli autoveicoli in sosta da due automobili che si sono scontrate frontalmente in via Trinitapoli.

VENERDI' NERO - Un triste bollettino che aveva cominciato a prendere forma lo scorso 21 marzo e che ha visto come prima vittima Valentina Giannini, ragazza 18enne sbalzata dalla moto sulla quale viaggiava con un'altra persona sulla via Cassia Nuova. Sulla morte della giovane il pm di turno ha indagato due persone per omicidio colposo.

AUTISTA INVESTITO - Il venerdì nero della Capitale era poi proseguito nel pomeriggio con la morte di Sergio Basso, autista della Tevere Tpl, investito nella zona di Casalotti. A 'metttere sotto 'il conducente dei mezzi pubblici un uomo di 40 anni, fuggito subito dopo l'impatto mortale e poi costituitosi spontaneamente alla polizia, dovrà rispondere dalle accuse di "omissione di socccorso" e "omicidio colposo".

IL SULPL - Su questa tragica conta di vittime della strada interviene il Sulpl Roma: "Purtroppo la strage sulle strade continua a non fermarsi. Strade malandate, segnaletica scolorita e allucinante carenza di personale della Polizia locale, come evidenziato dallo sciopero di domenica, fanno si che i romani siano sempre più abbandonati a se stessi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollettino di guerra sulle strade della Capitale: otto morti in cinque giorni

RomaToday è in caricamento