Domenica, 14 Luglio 2024
Incidenti stradali Tor Bella Monaca / Via di Tor Bella Monaca, 497

Il sorpasso azzardato, il semaforo rosso, la bimba in auto: Tutti i punti da chiarire sulla morte di Manila De Luca

Il ragazzo al volante, 22 anni, sarà indagato per omicidio stradale. L'alcoltest e il drugtest ai quali è stato sottoposto dai vigili urbani sono risultati negativi

Il semaforo rosso, un sorpasso azzardato, la guida con una bambina in braccio. Ma anche l'attraversamento improvviso irregolare in monopattino e la velocità troppo elevata.Testimonianze, più o meno ufficiali, versioni discordanti e telecamere che puntano sulla strada ma non su quel tratto specifico. Sono tanti i punti da chiarire sull'incidente morale che è costato la vita a Manila De Luca, la ragazza di 24 anni travolta e uccisa da un ragazzo di 22 anni al volante di una Opel Astra giallo oro nel pomeriggio di lunedì

La famiglia di Manila vuole giustizia

La famiglia vuole giustizia. La mamma ha promesso che in caso contrario "ce la faremo da soli" e che quel giovane di 22 anni al volante dell'auto "deve andare in prigione". Le risultanze investigative, tuttavia, al momento non lo prevedono. Il conducente della scintillante Opel è risultato negativo ai test di alcol e droga eseguiti all'ospedale di Tor Vergata.

Versioni discordanti

Non solo. Stando alla sua versione non sarebbe passato con il semaforo rosso. Anzi sarebbe stata Manila De Luca a sbucare all'improvviso in monopattino proprio mentre l'auto stava attraversando quel tratto di strada. Una versione che, almeno in parte, è contraria a quella raccontata da chi era lì. Sul colore  del semaforo, infatti, non ci sono certezze. La polizia locale, con gli agenti del gruppo Torri, stanno indagando e hanno acquisito elementi che ne determineranno se l'auto sia passata con il rosso o meno. 

I punti da chiarire

Sulla dinamica, invece, c'è più di un sospetto. Secondo i testimoni l'automobilista che precedeva il 22enne avrebbe frenato prima delle strisce per far passare Manila, lui avrebbe sorpassato l'auto investendo la giovane. Anche questa versione, però, al momento resta solo una ipotesi. Da chi indaga, sul punto, non c'è evidenza. Così come non sarebbe stata riscontrata, sempre al momento, l'eventualità che il 22enne al volante avesse un braccio una bambina.

L'alta velocità

Quello che appare certo, vedendo il parabrezza sfondato dell'auto, è che l'investitore guidasse a forte velocità, come spesso accade in  via di Tor Bella Monaca. Manila De Luca è stata investita mentre tornava a casa in monopattino dopo essersi recata al centro commerciale Le Torri a comprare un reggiseno. Aveva da poco perso il lavoro presso una pizzeria della zona, aveva uno stipendio di 500 euro al mese e stava cerando un'altra occupazione. Tor Bella Monaca è in lutto.

L'auto che ha investito Manila

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sorpasso azzardato, il semaforo rosso, la bimba in auto: Tutti i punti da chiarire sulla morte di Manila De Luca
RomaToday è in caricamento