rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Incidenti stradali

Incidente al Nomentano, Jacopo morto su quel "maledetto marciapiede"

Sarebbero dovuti tornare a casa insieme, invece l'amico non vedendo arrivare Jacopo in via Bari lo è andato a cercare trovandolo morto in piazza Salerno

Stava tornando indietro per prendere un amico in via Bari e riportarlo a casa dopo una serata trascorsa in compagnia. Quell'amico, però, non vedendolo arrivare ha iniziato a camminare trovandolo morto, accanto al suo scooter, in piazza Salerno. È il drammatico retroscena degli ultimi istanti di vita di Jacopo Maria Colistra, ragazzo di 22 anni di Fonte Nuova che viveva a Labaro, morto alle ore 4:50 del mattino di sabato quando era in sella al suo Honda Sh.

Tra i primi ad arrivare in strada era stato proprio l'amico che lo stava aspettando in via Bari dopo che il gruppo di amici aveva trascorso la notte tra venerdì e sabato a Campo de' Fiori. Jacopo, stando alle dichiarazioni raccolte dagli agenti del XV Gruppo Cassia, aveva preso il motorino quando mentre stava tornando a prendere l'amico ha urtato il ciglio del marciapiede che costeggia la rotatoria di piazza Salerno, poi si è schiantato su un muro all'altezza del civico 3.

"Quel maledetto marciapiede di piazza Salerno"

L'impatto è stato fatale per il ragazzo appassionato di rugby. Diffusa la notizia, in molti nel quartiere hanno puntato il dito su quel "marciapiede". Sul gruppo Facebook di piazza Bologna, Francesca riporta la sua testimonianza: "Quello stramaledetto marciapiede rialzato al centro della piazzetta. Ci ho sbattuto contro mille volte anche io con la ruota della macchina, di giorno e andando a 30 all'ora. Se non ci fai attenzione non lo vedi proprio, figuriamoci di notte". David aggiunge: "Non è il primo incidente causato dal marciapiede poco visibile a contorno della piazza. Altri centauri ci sono caduti. Ma perchè non fare un ciglio a filo strada? Quanto deve accadere ancora?". 

Tre morti in un week end

Jacopo Maria Colistra è una delle tre vittime del week end sulle strade di Roma e provincia. Prima della mezzanotte tra venerdì e sabato un 14enne è morto Velletri in uno sconto frontale con un'auto. L'ultimo a perdere la vita, in ordine di tempo, è stato Americo Libizzi, un 48enne rimasto ucciso in uno scontro frontale avvenuto sabato 26 giugno alle 18 a Cerveteri. A bordo del suo scooter l'uomo, residente a Cerveteri, stava percorrendo via Doganale quando si è scontrato frontalmente con un'auto guidata da un 44enne di Civitavecchia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente al Nomentano, Jacopo morto su quel "maledetto marciapiede"

RomaToday è in caricamento