rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Incidenti stradali

Il furgone invade la corsia e travolge l'auto: ferite una donna e le sue due figlie

Coinvolta la garante dell'infanzia e dell'adolescenza della regione Lazio. Monica Sansoni avrebbe dovuto partecipare ad un incontro al liceo Ettore Majorana di Latina

Poteva andare molto peggio senza il tempestivo intervento dei soccorsi e alla bravura dei medici. Monica Sansoni, garante dell’infanzia e dell’adolescenza della regione Lazio, è stata coinvolta in un grave incidente stradale con le sue due figlie, che erano in macchina con lei. L’incidente è avvenuto lunedì 14 novembre, poco dopo le 7:30 del mattino.

L'incidente

La Sansoni, a bordo di una BMW, stava percorrendo via del Crocifisso, in località Borgo Santa Maria, per accompagnare a scuola le figlie, prima di recarsi presso la sede del consiglio regionale del Lazio. L’automobile, però, è stata travolta da un mezzo pesante che viaggiava in senso opposto. Il furgone ha invaso la corsia lungo la quale viaggiava l’auto della Sansoni, andandole a sbattere contro.

Attimi di paura e terrore, con la garante che, dopo i tempestivi soccorsi di 118 e polizia locale, è stata trasferita in codice rosso all’ospedale Santa Maria Goretti di Latina insieme alle figlie, in codice arancione.  La Sansoni è stata sottoposta ad osservazione per i traumi subiti insieme alle figlie. La garante e la figlia più grande, Greta, se la sono cavata con una prognosi di 10 giorni, mentre Ginevra , la figlia più piccola, ha riportato dei problemi alle vertebre, con una prognosi di 15 giorni.

La solidarietà per la garante

Alla notizia, gli ispettori della polizia stradale e della questura di Latina, con i quali la garante collabora da molto tempo a servizio della collettività del territorio, si sono recati subito in pronto soccorso per sincerarsi delle condizioni della donna.

A causa di quanto accaduto, l’ufficio della Sansoni ha dovuto annullare tutti gli impegni dei prossimi giorni. Tra questi, era in programma il 19 novembre il convegno dal titolo “Dalla crisi adolescenziale al disagio psicologico: quali segnali vanno colti e come vanno gestiti in ambito familiare e scolastico”, al quale la Sansoni avrebbe dovuto partecipare insieme alla psicologa forense e criminologa Roberta Bruzzone. Il luogo dell’incontro era il liceo Ettore Majorana di Latina dove, nelle scorse settimane, si erano registrate tensioni dopo la decisione della preside di vietare l’utilizzo degli smartphone in classe.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il furgone invade la corsia e travolge l'auto: ferite una donna e le sue due figlie

RomaToday è in caricamento