menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incidente Daniel Guerini, l'alta velocità e le condizioni dell'asfalto: il punto sulle indagini. Ascoltato l'amico di 'Guero'

I funerali del ragazzo che vestiva la maglia della Lazio Primavera si dovrebbero svolgere giovedì, per poi proseguire a Formello con una ulteriore celebrazione

Le condizioni dell'asfalto, l'alta velocità, le buche e una manovra azzardata. Sono questi gli elementi che, subito dopo il tragico incidente che ha spezzato la vita di Daniel Guerini - 19enne Primavera della Lazio - gli agenti del Gruppo Casilino della Polizia Locale stanno analizzando. A coordinare le indagini è la Procura di Roma che ha aperto sul caso un fascicolo per omicidio stradale

Le indagini sull'incidente della Palmiro Togliatti

I caschi bianchi, ieri, hanno sentito T.R., l'amico di Daniel di 18 anni. La Smart era intestata alla mamma e, secondo la sua prima "chiacchierata" fatta con la polizia locale, sembrerebbe che alla guida dell'auto ci fosse proprio lui. Il giovane l'ha ammesso, ma verrà riascoltato perché ancora ricoverato al Policlinico di Tor Vergata.

Ora non si esclude che il ragazzo, negativo al primo alcoltest, possa essere iscritto nel registro degli indagati. Nel caso dovesse essere accertato che alla guida ci fosse lui, inoltre, secondo quanto apprende RomaToday, T.R. dovrà essere sottoposto ad un secondo alcoltest perché, in quanto neo patentato, il tasso alcolemico deve risultare pari allo zero. Un atto dovuto, in questi casi, in attesa che emergano altri dettagli sulla vicenda. Così come è una prassi quella di iscrivere nel registro degli indagati anche il conducente 67enne della Mercedes.

Restano invece stazionarie - nella loro gravità - le condizioni dell'altro amico di 'Guero' che era sulla Smart, E.D.B., anche lui di 18 anni, in coma farmacologico al San Giovanni.

Le cause dell'incidente 

Com'è morto Daniele e come è avvenuta la dinamica, invece, sarà il compito più arduo. La Procura ha nominato un perito tecnico per determinare, tra i tanti elementi, anche quello dell'alta velocità. E' questo il punto focale secondo chi indaga. 

Non solo. Una risposta in tal senso potrebbe arrivare anche dall'analisi dei video acquisiti dal Gruppo Casilino e che dovrebbero chiarire non tanto la dinamica - visto che non sarebbe stato ripreso - ma i momenti precedenti e quelli successivi, per ricostruire la posizione della Smart e della Mercedes che transitavano in viale Togliatti. Fotogrammi e calcoli che aiuterebbero, così a capire la velocità e se, uno dei due, ha fatto una manovra azzardata

Restano sono sullo sfondo, invece, la questione della scarsa luminosità e delle condizioni dell'asfalto. Avvallamenti e buche sono presenti, ma - secondo una prima fase investigativa - non sembrerebbero essere state determinanti nel tragico impatto. Se si fosse trattato di un mezzo a due ruote, forse, lo status della strada avrebbe inciso. In questo caso non sarebbe stato invece determinante. 

La Polizia Locale, secondo quanto si apprende, ha anche convocato una serie di testimoni e chi ha telefonato al 112 per dare l'allarme: anche loro potrebbero fornire indicazioni utili su quanto accaduto

Dov'è morto Daniel Guerini

Dov'è morto 'Guero', in viale Palmiro Togliatti, amici, parenti, ma anche chi non lo conosceva, nel frattempo hanno creato una sorta di altare. Un memoriale per il ricordare il giovane talento biancoceleste che ha avuto un amaro destino uguale a quello di Mirko Fersini, un altro ex Lazio morto in un incidente stradale.

I funerali di Daniel Guerini

Daniel, come hanno detto i genitori, aveva un sogno: "Diventare una bandiera per la Lazio, come lo è stato Totti per la Roma". Martedì sul suo corpo si svolgerà l'esame autoptico, per permettere poi alla famiglia di celebrare i funerali entro la settimana, probabilmente giovedì 1 aprile alle 12 in una chiesa a Don Bosco.

In attesa dell'ufficialità, anche con il supporto della Lazio - che in questi giorni con il ds Igli Tare ed il presidente Claudio Lotito - è molto vicina alla famiglia di Daniel -, si cercherà di organizzare una commemorazione a Formello, magari anche con l'inno della Lazio in sottofondo, così come desidera mamma Michela.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento