Giovedì, 18 Luglio 2024
Incidenti stradali

Incidente a Roma, due turisti investiti e uccisi sulla Colombo

Ferito anche l'automobilista che li ha investiti. Nella zona, da tempo, è prevista la costruzione di un sottopasso: della sua realizzazione non si hanno però notizie

Drammatico incidente stradale a Roma. Due pedoni - due turisti irlandesi - sono stati investiti e uccisi da un'auto su via Cristoforo Colombo, all'altezza di via di Malafede. L'incidente è avvenuto alle 12.50 nei pressi della Tenuta presidenziale di Castel Porziano, vicino a un campeggio, in direzione Eur. I due era appena usciti dal campeggio.

Le vittime sono due turisti irlandesi rispettivamente di 59 e 60 anni. A travolgerli e a ucciderli sul colpo una Ford Fiesta guidata da un uomo di 54 anni, che si è fermato a prestare i primi soccorsi. Anche il 54enne è rimasto ferito: come da prassi in questi casi è stato sottoposto ad alcol e drug test. Attualmente si trova ricoverato al Sant'Eugenio, all'Eur, per curare le contusioni riportate. Le due salme invece, su disposizione del magistrato di turno, sono state portate al Policlinico Tor Vergata. 

Sul posto sono presenti gli agenti del X gruppo Mare e quelli del IX gruppo Eur della polizia locale di Roma Capitale per i rilievi e per la viabilità. Il traffico viene è stato deviato sulla corsia laterale. 

La prima ipotesi

Secondo quanto si apprende i due avrebbero attraversato sulle strisce. Quel che è da capire è se l'attraversamento sia avvenuto con il semaforo pedonale rosso o meno. Ci sarebbero dei testimoni che hanno assistito alla scena: tra loro altri turisti che, al momento dell'impatto, si trovavano sul marciapiede. 

Il sottopasso caduto nel dimenticatoio

Da anni nel punto dove si è verificato l'incidente è prevista la costruzione di un sottopasso. Si tratta di un'opera prevista dal Piano regolatore ed è anche già finanziata, dai tempi dell’amministrazione Alemanno. Ma da qualche anno sembra caduta nel dimenticatoio. [Qui i dettagli]

Il commento dell'assessore Patanè

Sull'incidente, replicando anche a critiche mosse dalle opposizioni sull'assenza degli autovelox, ha parlato l'assessore alla mobilità Eugenio Patanè. “In questi mesi  abbiamo concentrato proprio su via Cristoforo Colombo le principali azioni dell’amministrazione con l’obiettivo di limitare la velocità e tutte le altre violazioni del Codice su un’arteria ad alto scorrimento come questa. I controlli della Polizia Locale attraverso gli autovelox, ad esempio, hanno portato, dal 1° gennaio al 31 luglio 2023, a 1.112 sanzioni per eccesso di velocità, un numero più che raddoppiato rispetto alle 504 elevate nello stesso periodo del 2022. Sempre su via Cristoforo Colombo, nello stesso periodo di riferimento, le sanzioni comminate riguardanti il resto delle violazioni al Codice della Strada sono state 8.685. Tra queste di particolare rilevanza - anche in relazione alla dinamica del tragico incidente avvenuto oggi, probabilmente causato dal mancato rispetto delle luci semaforiche - sono le sanzioni elevate dai cosiddetti "photored", cioè le telecamere apposte sopra ai semafori che segnalano i passaggi col rosso: nei tre punti della Colombo dove questi dispositivi sono posizionati - Colombo/Pindaro, Colombo/Canale della Lingua e Colombo/Acilia - sono state 1.171 le sanzioni elevate sempre nei primi 7 mesi del 2023”.

“Dopo aver terminato la realizzazione dei black point sulla Nomentana partiremo con i primi due lotti su via Cristoforo Colombo, che riguardano gli incroci all’altezza di Canale della Lingua; di piazzale Venticinque Marzo 1957; di via Pindaro/via Wolf Ferrari; di via Federici/via Padre Semeria e di piazzale dell’Agricoltura. Per completezza di informazione, ricordiamo i risultati della sperimentazione del cosiddetto tutor della Galleria Giovanni XXIII che in 6 mesi ha elevato 90.771 sanzioni. Nelle prossime settimane sarà attivato anche quello sulla Via del Mare. Stiamo producendo il massimo sforzo possibile sulla sicurezza stradale per migliorare le infrastrutture e per contrastare le violazioni al Codice della Strada, tuttavia l’appello che rivolgiamo, presente anche nella campagna di Roma Capitale, è relativo all'importanza che tutti rispettino le regole dettate dal Codice, che tutti prestino la massima attenzione sia quando si è pedoni che quando si guida un veicolo e che soprattutto non si beva prima di guidare, non ci si distragga con il telefonino e si mantenga un livello di attenzione consono alle condizioni di tempo e di luogo in cui si guida".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente a Roma, due turisti investiti e uccisi sulla Colombo
RomaToday è in caricamento