Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Scontro sul Raccordo Anulare: un motociclista muore decapitato

L'incidente è avvenuto ieri sera all'altezza dell'uscita Romanina nella carreggiata esterna del Gra. Il conducente dell'auto non ha riportato ferite, mentre il centauro 30enne è morto decapitato

C'erano tracce di droga e alcol nel sangue del giovane di 31 anni che con la sua mini cooper ha travolto e tranciato la testa dell'avvocato Lamberto Lauri, morto decapitato sul Gra mercoledì sera.

Il 31enne viaggiava a bordo della sua minicooper, con la quale ha travolto e trascinato Lauri per diversi metri, prima di tranciargli la testa. 

L'investitore è stato portato al Villa Irma per gli accertamenti del caso e qui è risultato positivo ai test per verificare la presenza di alcol e droga. In base al rapporto della stradale, il magistrato ha deciso di indagare a piede libero l'investitore.

Aggiornato alle ore 15.00 del 27-03-2009


Drammatico incidente stradale nella tarda serata di ieri sul Grande raccordo anulare. Un motociclista di circa 30 anni ha perso la vita, decapitato nello scontro con un'auto all'altezza dell'uscita Romanina, nella carreggiata esterna del Gra.

L'incidente è avvenuto intorno alle 23.45. Sul luogo dello scontro sono intervenute numerose auto della Polizia stradale e alcuni mezzi del 118. Il conducente dell'auto non ha invece riportato ferite.

In base alla ricostruzione, dopo il tamponamento il centauro è finito prima sull'auto poi sull'asfalto ed è stato investito dalla macchina che lo ha decapitato. La testa è stata ritrovata a 150 metri dall'incidente.

Nell'impatto il serbatoio della moto si è rotto facendo fuoriuscire della benzina che ha provocato l'incendio dell'auto. Su disposizione del magistrato sono stati richiesti gli esami del sangue del 31enne per accertare se avesse assunto alcol o sostanze stupefacenti.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontro sul Raccordo Anulare: un motociclista muore decapitato

RomaToday è in caricamento