Cronaca Conca d'Oro / Via Val di Sangro

Operaio morto in incidente sul lavoro, si indaga per omicidio colposo

L'operaio di nazionalità romena morto si chiamava Ioan Dragot e lascia una moglie e due figli. Gli inquirenti dovranno in primo luogo ricostruite la dinamica di quanto avvenuto e quindi accertare le cause

Si chiamava Ioan Dragot l'uomo morto questa mattina a causa di un incidente sul lavoro. L'operaio di nazionalità romena era sposato con due figli.
Da una prima ricostruzione la morte dell'operaio è avvenuta sul colpo visto che, secondo quanto riferito, la parte posteriore del cranio è completamente spaccata. Il cantiere è stato ora sottoposto a sequestro come anche il camion-gru il cui braccio ha ceduto, provocando l'incidente.

Intanto, i pm della procura di Roma hanno aperto un procedimento per omicidio colposo. Al momento il fascicolo è contro ignoti: sul luogo dell'incidente si sono recati gli ispettori di polizia giudiziaria coordinati dal procuratore aggiunto, Roberto Cucchiai. Gli inquirenti dovranno in primo luogo ricostruite la dinamica di quanto avvenuto e quindi accertare le cause che hanno portato il cestello a sganciarsi dal braccio della gru e precipitare. L'operaio, che indossava il casco di sicurezza, è stato quindi sbalzato fuori precipitando da una altezza di circa 18 metri.

GUARDA IL VIDEO

"Alle 9.15 abbiamo sentito un enorme frastuono - ha raccontato la proprietaria di un bar le cui vetrate sono proprio davanti al luogo dell'incidente - e poi abbiamo visto quell'uomo disteso sull'impalcatura che perdeva tanto sangue. Una scena davvero orribile. Erano in due sulla gru, con caschi e imbracature di sicurezza ma queste non sono servite visto che hanno fatto un volo di quasi quattro piani. L'altro operaio si è salvato: era tutto bianco dalla paura e cercava, avvicinandosi al collega, di capire se fosse ancora vivo. Purtroppo era immobile, deve essere morto sul colpo".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operaio morto in incidente sul lavoro, si indaga per omicidio colposo

RomaToday è in caricamento