rotate-mobile
Cronaca Fonte Nuova

Schianto sulla Nomentana, una fiaccolata per le vittime in attesa dei funerali

Venerdì 3 febbraio la comunità di Fonte Nuova si ritroverà in strada per ricordare Alessio, Simone, Valerio, Giulia e Flavia. Si attende il via libera della procura per le esequie

Centinaia di persone hanno partecipato, lunedì sera, alla veglia in ricordo di Alessio Guerrieri, Simone Ramazzotti, Valerio Di Paolo, Giulia Sclavo e Flavia Troisi, i cinque ragazzi morti nel terribile schianto avvenuto sulla Nomentana, nel territorio di Tor Lupara, lo scorso giovedì notte.

La veglia è stata organizzata dal parroco della chiesa di Gesù Maestro per offrire agli amici dei ragazzi e all’intera comunità di Fonte Nuova la possibilità di ritrovarsi insieme e stringersi attorno alle famiglie delle giovanissime vittime, che hanno scelto però di non partecipare, chiusi in un dolore devastante. Tantissimi i ragazzi che si sono presentati in chiesa, portando rose bianche e rosse per onorare la memoria dei cugini Alessio e Simone, di Valerio, di Giulia e di Flavia. E il pensiero è andato anche a Leonardo Chiapparelli, unico sopravvissuto allo schianto, ancora ricoverato all’ospedale Sant’Andrea. Le condizioni di salute sono buone, ma il ragazzo è psicologicamente provato e sotto choc dopo avere scoperto che cosa è accaduto agli amici con cui giovedì era uscito per festeggiare il compleanno della 17enne Flavia.

Una fiaccolata in attesa dei funerali

La comunità di Fonte Nuova ha fatto quadrato intorno alle famiglie, manifestando solidarietà e organizzando appunto momenti di preghiera e conforto. Per venerdì 3 febbraio è prevista una fiaccolata in ricordo di Alessio, Simone, Valerio, Flavia e Giulia, con appuntamento davanti alla chiesa di Gesù Maestro alle 18.30, mentre si attende di conoscere la data dei funerali, che ancora non è stata stabilita. Così come non è certo neppure che vengano organizzati tutti nello stesso giorno.

L’ipotesi iniziale sembrava quella di celebrarli nella chiesa di Gesù Maestro, ma lo spazio potrebbe non essere sufficiente in caso di un funerale unico, e si stanno prendendo in considerazione spazi più ampi che possano ospitare le centinaia di persone attese. Il sindaco di Fonte Nuova, Piero Presutti, ha già annunciato che il giorno delle esequie verrà proclamato il lutto cittadino.

Le indagini sulla dinamica dell'incidente

Il via libera per celebrare la funzione dovrà comunque arrivare dalla procura, ed è subordinato all’esecuzione dell’autopsia e di tutti gli accertamenti disposti per chiarire le cause della morte. Anche la dinamica dell’incidente è al vaglio, obiettivo capire per quale motivo la Fiat 500 guidata (con tutta probabilità) da Valerio Di Paolo sia uscita di strada all’altezza del civico 611 della Nomentana, andando a sbattere prima contro un palo della luce e poi contro un albero e finendo ribaltata in mezzo alla strada.

La procura ha anche disposto una perizia sull’auto per capire se possa essersi verificato un guasto prima dell'impatto, e altri accertamenti per capire a che velocità viaggiava l'auto al momento dell'incidente. Stando a quanto riferito agli inquirenti da Chiapparelli - che ancora non è stato formalmente sentito, anche alla luce dello choc subìto - lui era seduto sul sedile posteriore con le due ragazze quando la macchina è uscita di strada.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schianto sulla Nomentana, una fiaccolata per le vittime in attesa dei funerali

RomaToday è in caricamento