rotate-mobile
Cronaca

Dopo il lockdown torna l'incubo degli incendi: due roghi in poche ore a Magliana e Infernetto

L'incendio nel X Municipio è stato difficile da domare. La paura è stata che le fiamme potessero raggiungere la confinante tenuta presidenziale e i pini di Castelfusano

Finito il lockdown, torna l'incubo degli incendi e dei piromani nelle aree verdi che, in questi mesi, non hanno ricevuto l'adeguata manutenzione. Nel tardo pomeriggio di ieri, infatti, due roghi sono scoppiati nella zona sud di Roma: uno nel quadrante ovest, l'alto nell'entroterra nel X Municipio. 

Tutto è iniziato, in ordine di tempo, in via della Magliana Nuova, all'altezza del civico 453. Qui, intorno alle 17, le sterpaglie sono state avvolte dalle fiamme. Sul posto i vigili del fuoco, tre gruppi della protezione civile di Roma Capitale e la Polizia locale del Gruppo XI Marconi.

A commentare il fatto, Daniele Catalano, già capogruppo della Lega nel Municipio XI: "L'incendio ha messo da subito in agitazione la cittadinanza anche perché a breve distanza vi è un terreno adoperato anche come area cani. Purtroppo senza programmazione e monitoraggio dei terreni, anche privati, queste situazioni non ci sorprendono".

Circa 45 minuti più tardi un secondo e più grande incendio. Questa volta in via della Cacciuta, all'Infernetto. Il fuoco ha imperversato tra erbacce e cumuli di rifiuti abbandonati mettendo in ansia i residenti, soffocati dal fumo e dalle esalazioni.

Le fiamme sono state alimentate dal forte vento si sono propagate alla boscaglia. Ci sono voluti due elicotteri dei vigili del fuoco per coadiuvare i soccorsi da terra e spegnere l'incendio evitando che le fiamme si potessero propagare verso la confinante Tenuta presidenziale e i pini di Castelfusano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo il lockdown torna l'incubo degli incendi: due roghi in poche ore a Magliana e Infernetto

RomaToday è in caricamento