rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Cronaca Collatino / Via del Flauto

Il nuovo incendio nella maxi discarica di Roma, il Comune: "Tenete finestre chiuse". Via al monitoraggio dell'aria

Dopo l'ennesimo rogo scoppiato ieri l'assessora ai rifiuti Sabrina Alfonsi si è recata in via Collatina Vecchia: "Era in programma la bonifica dell'area"

Sono ore da incubo per chi vive a Colli Aniene, Casal Bruciato, Collatino, Villa Gordiani, Tor Sapienza, Tor Cervara e nei dintorni. Lì, dal pomeriggio di giovedì, l'aria è irrespirabile. Colpa dell'ennesimo incendio nella maxi discarica di Roma, la più grande d'Europa, quella della via Collatina Vecchia. 

Dopo il rogo scoppiato per cause al vaglio dei vigili del fuoco, che ancora oggi lavoreranno per spegnere gli ultimi focolai che anche nella notte hanno bruciato, il Comune di Roma ha reso noto alcune raccomandazioni per i cittadini: "Non sostare nei pressi dell'area interessata dall'incendio, mantenere chiuse le finestre in caso di fumi persistenti e maleodoranti e non utilizzare al momento i condizionatori d'aria a presa esterna".

Inoltre, ha spiegato ancora il Campidolgio, nella zona interessata sono possibili, a scopo precauzionale, "interruzioni di luce, gas e acqua e rallentamenti della viabilità". In attesa di capire del perché del nuovo incendio, è stato attivato il monitoraggio dell’aria da parte di Arpa Lazio, per il posizionamento di una centralina per il monitoraggio della qualità dell’aria con la rilevazione di eventuali sostanze inquinanti. 

I  precedenti

Il problema della discarica della via Collatina Vecchia è datato. L'anno scorso, a marzo, un altro maxi rogo impegnò i soccorritori per ore. Nel 2019 stessa scena. Prima di quelle fiamme, nei mesi precedenti, era stato sgomberato un insediamento abusivo e l'area era stata completamente abbandonata con lamiere e altri materiali. Oggi la situazione non appare dissimile.

La storia della discarica abusiva più grande d'Europa

La bonifica in programma

A causa dei ripetuti sversamenti illeciti di materiali di vario genere, con il tempo, quell'area si è trasformata in una vera e propria discarica abusiva, la più grande d'Europa. Comune e IV municipio avevano individuato i fondi, da parte del dipartimento rifiuti di Roma Capitale, necessari per un intervento di bonifica da parte di Ama che era già stato calendarizzato.

Alfonsi e Umberti sul posto

L'assessora all'ambiente e ciclo dei rifiuti di Roma Capitale, Sabrina Alfonsi, nel pomeriggio di giovedì si è recata sul posto insieme al presidente del IV municipio, Massimiliano Umberti per seguire le operazioni di spegnimento. "Ancora un episodio di incendio di rifiuti in questa zona, dopo la sequenza di tre eventi analoghi verificatisi tra agosto e ottobre dello scorso anno in un’area di proprietà privata in Via di Ponte Mammolo, dove abbiamo eseguito un grande intervento di bonifica con una spesa di oltre 400 mila euro", ha commentato al Alfonsi.

"C'è rammarico, perché l'intervento per la rimozione dei rifiuti era già stato programmato da tempo e sarebbe stato eseguito tra poche settimane. Si tratta ora di accelerare la procedura per rimuovere, non appena l’incendio sarà spento e l’area messa in sicurezza, i rifiuti combusti e quelli eventualmente sfuggiti alle fiamme. È anche necessario avviare una riflessione molto seria su come salvaguardare le aree bonificate dal ripetersi degli sversamenti abusivi, altrimenti il rischio è quello di vanificare interventi che sono comunque molto onerosi per le casse pubbliche", ha concluso l'assessora.

Il video dell'intervento dei vigili del fuoco

Via collatina vecchia

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il nuovo incendio nella maxi discarica di Roma, il Comune: "Tenete finestre chiuse". Via al monitoraggio dell'aria

RomaToday è in caricamento