Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca Magliana / Via Luigi Candoni

Nube nera e incendio nell'area della baraccopoli con vista deposito Atac

Fratelli d'Italia: "Cosa aspetta il sindaco Gualtieri ad attivarsi per chiudere questo insediamento?"

Una nube nera alta in cielo, tanto da far scattare l'allarme anche nel deposito Atac. A generare quel fumo, un incendio scoppiato nell'area del campo nomadi di via Candoni, intorno alle 17 di martedì 29 marzo. Sul posto, allertati, sono accorsi i vigili del fuoco. A bruciare plastica, rifiuti e materiali di risulta. Nessuno è rimasto ferito. 

L'incendio ha fatto tornare, ancora una volta, d'attualità il tema dei roghi tossici nei campi nomadi. "Cosa aspetta il sindaco Gualtieri ad attivarsi per chiudere questo insediamento che oramai è diventato un pericolo costante per i cittadini e soprattutto per i dipendenti e i mezzi dell'adiacente deposito dell'Atac? - il commento dei consiglieri capitolini di Fratelli d'Italia, Federico Rocca e Rachele Mussolini - L'immobilismo non è più tollerabile nei confronti di una realtà che costantemente sale alla ribalta delle cronache per vicende poco edificanti. Senza dimenticare che i roghi tossici oltre ad inquinare sono un reato e a nulla serve la pattuglia della polizia locale di Roma Capitale che staziona fuori al campo nella totale impotenza di compiere qualsiasi intervento". 

La questione dei campi rom, con chiusura degli insediamenti e aiuto alle famiglie per integrarsi nel tessuto sociale, è la soluzione auspicata da più parti, ma ancora il sindaco Gualtieri non ha accennato al tema. Nei suoi 300 obiettivi di governo da avviare nei prossimi sei mesi la parola "campi rom" non compare.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nube nera e incendio nell'area della baraccopoli con vista deposito Atac
RomaToday è in caricamento