Cronaca

Il Tuscolo in fiamme: intervengono i guardiaparco

Ieri in un incendio bruciati dieci ettari del parco del Tuscolo dove sono intervenuti i Guardiaparco dei Castelli Romani. Il Presidente del Parco, però, lancia un'allarme: "Abbiamo pochi mezzi contro l'emergenza incendi"

Di nuovo in fiamme il parco del Tuscolo, uno tra i più grandi polmoni verdi dei Castelli Romani tra Frascati e Grottaferrata. Dieci ettari di prato sono andati in fiamme ieri, in località Madonna della Molara sul confine fra Grottaferrata e Rocca di Papa per un incendio impiccato da piromani. Il fuoco è stato appiccato nelle prime ore del pomeriggio e, complice anche il forte vento, si è propagato velocemente mangiando letteralmente prati e arbusti.

Lo spegnimento dell'incendio ha richiesto l'intervento di due canadair della Regione Lazio e di due elicotteri del Corpo Forestale dello Stato, che hanno riversato sulla zona acqua dall'alto; i Guardiaparco hanno proseguito la bonifica da terra, in collaborazione con la Protezione Civile e i Vigili del Fuoco per fugare ogni rischio di focolai dormienti e di piccole fiamme che, complice un colpo di vento, avrebbero potuto ingrandirsi di nuovo e continuare a devastare l'area.

Le operazioni di spegnimento si sono concluse solo nel tardo pomeriggio, con un bilancio, come già precisato, di circa dieci ettari bruciati dal fuoco. Già in mattinata i Guardiaparco erano dovuti intervenire su un altro incendio, in località Due Santi, a ridosso del confine dell'area naturale protetta. Intervento che, tuttavia, è stato concluso positivamente dalla Protezione Civile, chiamata ad intervenire proprio dai Guardiaparco che, presenti sul posto con un solo automezzo, non hanno potuto spegnere da soli l'incendio.

"Una situazione pericolosa e ad alto rischio - dice il presidente del Parco, Gianluigi Peduto - ecco i primi effetti sul territorio del taglio al bilancio. Abbiamo tre fuori strada per la vigilanza sul territorio, con i quali facciamo anche servizio antincendio in estate e antineve in inverno. Da alcuni giorni una di queste tre auto è ferma perché non ci sono i 500 euro necessari a fare alcuni interventi meccanici che ne garantiscano la circolazione in sicurezza. Queste le condizioni di una istituzione pubblica deputata alla tutela ambientale. Senza finanziamenti non siamo in grado di fare uscire i mezzi antincendio per spegnere gli incendi. È una situazione insostenibile."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Tuscolo in fiamme: intervengono i guardiaparco

RomaToday è in caricamento