rotate-mobile
Cronaca Tivoli

Maxi incendio a Tivoli, voli continui di elicotteri e canadair per combattere il fuoco: è stato di emergenza

Fai Villa Gregoriana: "L'odore non si sente, ma il dolore quello sì". Nella notte di venerdì, per permettere lo spegnimento del rogo, sono state evacuate circa 25 famiglie e la comunità Don Bosco

La lotta contro il maxi incendio di Tivoli non è finita. Per tutta la giornata di venerdì i vigili del fuoco e i volontari della protezione civile hanno lavorato per combattere contro i nuovi focolai e sedare i roghi ancora attivi dalla notte precedente. Incessante il volo degli elicotteri e dei canadair.  

Venerdì si è lavorato per spegnere le fiamme sul versante Tiburtina Valeria mentre il fuoco avanza verso San Polo. Facendo però i conti contro linee di fuoco lunghe 700 metri, anche un chilometro, che hanno continuato ad avanzare verso Tivoli e Marcellina. Nessuno è rimasto ferito, e questo va sottolineato, ma nella notte tra il 12 e il 13 agosto sono stati evacuati il villaggio don Bosco con 30 persone, di cui 10 minorenni, e quattro palazzine con 25 famiglie.

Per coordinare al meglio le manovre di spegnimento, ieri è stato "dato lo stato di emergenza locale", è stato istituito a Tivoli il C.O.C. (centro operativo comunale) con la presenza del Sindaco, dei Vigili del Fuoco, della Protezione Civile e di tutte le istituzioni competenti per il coordinamento di tutte le forze in campo. Continuano i lanci nelle zone più impervie dei mezzi aerei un canadair e due elicotteri sotto la direzione dei due DOS dei pompieri, mentre sul territorio continua incessante il lavoro delle squadre", hanno spiegato i vigili del fuoco.

tivoli incendio2-2Tivoli incendio-2

La Regione Lazio, dal canto suo, ha dichiarato lo stato di calamità naturale. A dirlo è Marco Vincenzi, presidente del Consiglio regionale del Lazio, in una nota: "Bene la firma dello Stato di calamità naturale da parte del presidente Zingaretti. Un provvedimento necessario e urgente per per fronteggiare la grave situazione legata agli incendi nella nostra regione, tra cui quello violentissimo nell'area di Tivoli. Grazie a chi dalla giornata di ieri lavora senza sosta per difendere i nostri territori".

Fare una stima dei danni è ancora presto, ma il panorama è drammatico. "L'odore non si sente. Dalle immagini al massimo si può provare a capire l'estensione del fronte di fuoco, degli ettari di paesaggio italiano bruciato, degli animali morti o per fortuna fuggiti. - scrivono dal FAI - Parco Villa Gregoriana - Dalle immagini si può capire l'immensa perdita di un patrimonio naturalistico inestimabile ed unico che racconta l'identità di un territorio. L'odore non si sente, ma il dolore quello sì. Fortunatamente le abitazioni civili e Villa Gregoriana non sono state lambite dalle fiamme. Grazie ai Vigili del Fuoco, all'arma dei Carabinieri, alla Polizia di Stato, alla Polizia Municipale, a tutti i gruppi della Protezione Civile, ai Rangers della Riserva di Monte Catillo e a tutti coloro che si sono resi utili alla comunità nella lotto all'incendio".

Nella giornata di ieri, in vista del week end di Ferragosto, Legambiente ha lanciato un appello: "Ferragosto senza brace perché sulla graticola ci siamo noi! Le fiamme salgono e divorano il territorio, chiediamo ai cittadini di rinunciare ad accendere fuochi e barbecue che in questi giorni così caldi e siccitosi, con una folata di vento possono scatenare un inferno, soprattutto nelle zone verdi, nei boschi e nei parchi, assetati dalle temperature e dalla mancanza di pioggia - dichiara Roberto Scacchi presidente di Legambiente Lazio - . Un appello che rivolgiamo anche ai Comuni e alla Regione perché rafforzino il ruolo dei corpi di protezione civile e polizia municipale e dei Parchi Regionali, con tutte le risorse possibili nel monitorare il rispetto delle regole, in modo da contrastare ogni accensione illecita e puntare su prevenzione e monitoraggio".

Canadair-4-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi incendio a Tivoli, voli continui di elicotteri e canadair per combattere il fuoco: è stato di emergenza

RomaToday è in caricamento