Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca Guidonia Montecelio

L'incendio al golf club della Ryder cup, non si esclude la pista dolosa. Indaga la procura

La procura di Roma ha aperto un fascicolo nelle ore successive all'incendio al maxi rogo al campo del Marco Simone. In giornata le prime relazioni di polizia di Stato e vigili del fuoco

L'odore acre nell'aria rimane. D'altronde la maxi colonna di fumo nera levata in cielo dopo l'incendio a un capannone del campo da golf del Marco Simone, che ha ospitato la Ryder Cup, nel pomeriggio di giovedì 5 ottobre è stata ben visibile  tra Guidona e il quadrante est di Roma. La procura di Tivoli è già al lavoro su un fascicolo di indagine. I pm attendono una prima informativa da parte dei vigili del fuoco e della polizia di Stato. I magistrati analizzeranno l'incartamento per cercare di ricostruire quanto avvenuto. Al momento sulle cause del rogo sono aperte tutte le piste investigative compresa quella della azione dolosa.

L'incendio al campo del Marco Simone della Ryder Cup

L'allarme è scattato poco dopo le 17. Ad andare a fuoco le strutture realizzate per la manifestazione sportiva e, in particolare, il padiglione 'Hospitality', l'area destinata agli spettatori Premium. Si tratta di una struttura di tre piani di circa 120 metri quadrati. Il rogo, secondo quanto ricostruito dopo i primi istanti, sarebbe partito dalle tribune che si trovano a ridosso dei campi da gioco. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del comando di Roma, con tre squadre, hanno lavorato per ore. Alle 20:30 la situazione è tornata alla normalità.

VIDEO | Il miracolo della Ryder Cup è già finito: tornano i cantieri su via Tiburtina

Incendio Marco Simone Golf Club 05.10.2023

In corso le operazioni di smontaggio

Non risultano feriti e l'incendio non si è propagato oltre la struttura ricettiva, per cui non ci sono stati danni al campo da golf o ad altre strutture. Nel circolo erano ancora in corso lo smontaggio delle strutture allestite per la competizione che è in carico alla Ryder Cup Europe, organizzatrice dell'evento. A quanto si apprende, non ci sarebbero timori per possibili rischi alla salute pubblica dovuti alla densa nube di fumo che si è sprigionata, ma come da prassi è stata comunque allertata l'Arpa Lazio per il monitoraggio della qualità dell'aria.

"Le operazioni di spegnimento dell’incendio sono andate avanti per tutta la notte d questa mattina sono terminate anche le attività di bonifica del sito per completare l’operato dei vigili del fuoco", a dichiararlo Riccardo CIOFI segretario generale della Fns Cisl di Roma Capitale e Rieti.

"Da ieri pomeriggio, continua il sindacalista, sono state ben 11 le squadre di pompieri che sono intervenute con prontezza sul sito, provenienti da varie sedi del territorio, Tivoli, la rustica, Nomentano, Tuscolano 2, Fiumicino, Nemi e centrale e hanno lavorato incessantemente insieme all’appoggio dell’elicottero utilizzato per le ricognizioni dall’alto. Di fatto, le squadre a terra hanno attaccato l’incendio su più punti e con più mezzi riuscendo a contenere l’incendio sul solo capannone interessato dalle fiamme e sono riusciti ad evitare il propagarsi del rogo alle strutture mobili adiacenti. Il flashover e’ avvenuto in tempi molto rapidi tanto che la struttura composta da materiali quali ferro e plastiche e’ stata avvolta dalle fiamme in poco tempo. L’area e’ stata sottoposta a sequestro e nelle prossime ore verranno effettuati i rilevamenti per capire l’eventuale dolosità dell’incendio. Intanto i vigili del fuoco hanno interdetto l’area e una parte del campo da gioco lasciando il passaggio per i giocatori ospiti del centro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'incendio al golf club della Ryder cup, non si esclude la pista dolosa. Indaga la procura
RomaToday è in caricamento