Cronaca

Incendio all'oleodotto di Maccarese dopo tentato furto di benzina, fiamme sulla Roma-Civitavecchia

Disagi sull'autostrada A12. Le condotte che riforniscono lo scalo Leonardo da Vinci di benzina avio (Avgas), il combustibile per aeromobili, sono state subito chiuse

C'è l'incubo del disastro ambientale dopo il violento incendio che è scoppiato nella serata di sabato 1 dicembre nell'oleodotto di Maccarese. Le fiamme scoppiate probabilmente per un tentato furto di benzina all'altezza dell'uscita dell'autostrada Roma-Civitavecchia. Sul posto sono intervenute numerose squadre dei vigili del fuoco insieme con polizia e carabinieri che, per consentire le operazioni, hanno chiuso una carreggiata dell'autostrada A12. Chiusa anche l'adiacente via Salvatore Ottolenghi.

I Vigili del Fuoco, con il nucleo NBCR e il carro schiuma, hanno spento l'incendio e iniziato le opere di messa in sicurezza. Le condotte dell'oleodotto, di proprietà Eni, seguono la rotta Civitavecchia-Pantano per rifornire lo scalo Leonardo da Vinci di benzina avio (Avgas), il combustibile per aeromobili. 

incendio maccarese1-2

Il 5 febbraio di due anni fa un episodio analogo, in quella occasione non ci fu nessuno sversamento di materiale inquinante. Anche oggi sono previsti disagi sulla viabilità. Per il traffico diretto verso Nord Civitavecchia si consiglia di percorrere la ss1 Aurelia ed entrare in autostrada sia da Torrimpietra che da Maccarese-Fregene.

 incendio maccarese-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio all'oleodotto di Maccarese dopo tentato furto di benzina, fiamme sulla Roma-Civitavecchia

RomaToday è in caricamento