Fine settimana di fuoco al campo la Barbuta: in tre giorni incendiati due moduli abitativi

I roghi sono divampati nel week end. Ronzi (Cri): "Non c'è dignità senza sicurezza. Qual è il progetto di Roma Capitale per evitare ulteriori disastri?"

Uno dei moduli abitativi incendianti a La Barbuta

Ancora fiamme al Villaggio La Barbuta. Sabato e domenica scorsi sono stati devastati due moduli abitativi presso i quali trova alloggio la comunità Sinti, Rom e Camminanti. I due incendi si aggiungono alla distruzione di altre strutture costruite dal Comune, avvenuta a giugno 2013.

PREOCCUPAZIONE - A commentare la situazione delicata del campo ai confini tra i comuni di Roma e Ciampino il presidente del Comitato Provinciale della Croce Rossa Italiana di Roma Flavio Ronzi: "Siamo molto preoccupati per lo stato di degrado in cui versano i villaggi cosiddetti “attrezzati” come La Barbuta, insicuri di giorno e vero far west dopo il tramonto – le sue parole a seguito dei fatti accaduti. - I continui incidenti che accadono dentro e fuori il campo dimostrano che la sicurezza e il diritto, anche dei Rom che vogliono inserirsi, non si garantisce sprecando milioni di euro con Risorse per Roma, che ormai sembra un alibi all’imbarazzante assenza dell’Amministrazione”.

ICEBERG DI UNA SITUAZIONE DI DEGRADO - Le tensioni al campo de La Barbuta non sono però un caso isolato. “La situazione dentro i villaggi attrezzati è solo la punta dell’iceberg di una situazione di degrado che registriamo nelle centinaia di insediamenti abusivi che ormai sorgono su ogni riva del Tevere, lungo le consolari o sotto ogni ponte. Ci chiediamo - afferma ancora Ronzi - cosa aspetti l’Assessore Cutini ad assicurare quelle politiche che in tutta Europa hanno dimostrato successo basate sulla fuoriuscita dai campi, l’istruzione, l’autosufficienza, la salute e la legalità”.

POLITICA CHIARA - Per la Croce Rossa l’assenza di una politica chiara aumenta l’incertezza degli operatori, dei cittadini e degli stessi beneficiari, rendendo vani gli sforzi delle associazioni a causa delle perdita di fiducia da parte dei Rom che hanno acceduto a percorsi di inclusione e generando una condizione di scontro sociale con la cittadinanza. A tal proposito il presidente del Comitato Provinciale Cri di Roma conclude: "Abbiamo rivolto un appello alla Presidente della Commissione Politiche Sociali di Roma Capitale, Erica Battaglia, affinché si faccia portavoce di un improcrastinabile bisogno di politiche e azioni efficaci che evitino questa pericolosa sensazione di strappo tra la politica e la vita reale della città”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Incendio moduli abitativi Campo La Barbuta (2)-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

  • Coronavirus, a Roma città 108 nuovi casi da Covid19. Focolaio in una RSA

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento