rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Fiumicino

Incendio a Fregene, la mano dolosa dietro il rogo al Singita: indagano i carabinieri

Trovate e sequestrate bottiglie con i resti del gasolio tra le travi annerite

Bottiglie con i resti del gasolio tra le travi annerite. Non ci sono dubbi sulla dolosità dell'incendio che, lo scorso sabato, ha danneggiato il famoso chiosco Singita di Fregene. Un rogo che poteva essere davvero violento se non fosse stato per il primo intervento di tre dipendenti della struttura che, insieme ai vigili del fuoco giunti in un secondo momento, hanno domato il principio d'incendio. 

È successo sabato sera intorno alle 19.30. Sul posto sono gli uomini della Capitaneria di Porto e dei carabinieri della Compagnia di Ostia, che indagano, hanno trovato le bottiglie con il materiale infiammabile.

L'indagine è ora nelle mani dei carabinieri. Al momento non è esclusa nessuna pista. Di certo, chi indaga, non ha dubbi sulla natura del rogo. Perplessità che invece restano su altri due incendi verificati in altrettanti chioschi nei giorni passati, all'Ondanomala di Fregene e al NautinClub di Passoscuro. In entrambi i casi, infatti, che siano dolosi questi incendi, secondo chi indaga non si sarebbe affatto alcuna certezza. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio a Fregene, la mano dolosa dietro il rogo al Singita: indagano i carabinieri

RomaToday è in caricamento