Marconi: principio di incendio in un forno, carabinieri salvano 2 persone

Il fumo ha invaso la canna fumaria, salendo ai primi piani. Messe in salvo 2 persone con problemi motori abitanti nel palazzo sovrastante. Carabinieri in ospedale per precauzione

Paura in zona Marconi nel primo pomeriggio. Pochi minuti prima delle 14 un principio incendio ha interessato il forno Albanesi, all'altezza del civico 5 di via Gerolamo Cardano. A segnalare  l'accaduto dei passanti che hanno visto uscire del fumo dalla canna fumaria. All'interno del locale infatti nessuna fiammata è stata registrata e solo il fumo ha evidenziato la presenza del rogo.

Il fumo, al momento della segnalazione, aveva già raggiunto i piani sovrastanti. Ad intervenire i carabinieri della Compagnia Trastevere che, fermati dai residenti, non hanno atteso l'arrivo dei vigili del fuoco per catapultarsi nel palazzo e portare in salvo due persone con difficoltà motorie.

Quindi l'intervento dei vigili del fuoco che hanno domato le fiamme e dichiarato l'agibilità dell'abitato. Lievemente intossicati dal fumo i due militari che hanno dovuto far ricorso alle cure mediche a scopo precauzionale

Ancora da accertare le cause di quanto accaduto. I carabinieri attendono una relazione dai vigili del fuoco. Una prima ipotesi è quella di un corto circuito ad uno dei macchinari, con il fumo che si è incanalato nella canna fumaria.

Guarda il video (CLICCA SU CONTINUA)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Coronavirus, a Roma 1306 nuovi casi. D'Amato condanna: "Assurde le scene viste nei centri commerciali"

Torna su
RomaToday è in caricamento