Cronaca Quadraro / Via Tuscolana, 642

Arco di Travertino: esplosione in un palazzo dopo il furto nel bar, grave una donna

Le fiamme ed il fumo divampate dopo le 3 della notte al civico 642 di via Tuscolana. Accertato un furto al locale al piano terra, crollato il pavimento dell'appartamento sovrastante l'esercizio commerciale. Feriti altri due residenti

Il palazzo esploso al civico 642

Una esplosione nel cuore della notte. Paura poco dopo le 3 in zona Arco di Travertino dove un incendio è divampato velocemente in una palazzina al civico 642 di via Tuscolana. Tre le persone ferite, la più grave è una ragazza di 22 anni ucraina, ricoverata in codice rosso con traumi da caduta al volto ed al corpo all'ospedale San Giovanni ma cosciente e non in pericolo di vita. Feriti lievemente il padre della giovane e un italiano, soccorsi successivamente all'ospedale Vannini. Evacuate le tredici famiglie residenti nello stabile, l'esplosione potrebbe essere stata causata da un furto accertato nel bar al piano terra dello stabile.  

ESPLOSIONE NELLA NOTTE - La segnalazione di una esplosione con successivo fumo e fiamme sprigionate da un palazzo di quattro piani sulla via Tuscolana alle 3,15 di questa notte.  Sul posto sono arrivate diverse squadre dei vigili del fuoco e gli agenti di polizia del commissariato Appio. Soccorsi i feriti ed evacuate le tredici famiglie residenti nello stabile, le operazioni di spegnimento del rogo sono terminate all'alba di oggi. Il palazzo è stato dichiarato inagibile e gli abitanti dello stesso sono stati evacuati.

FURTO AL BAR - Ancora incerta la causa dell'esplosione ma i primi rilievi dei vigili del fuoco hanno appurato come il crollo possa sia scaturito dal bar posto al pian terreno del palazzo, con il solaio dell'appartamento sovrastante all'esercizio commerciale collassato sopra lo stesso dopo un'esplosione dal pianterreno. Durante i controlli è poi stato accertato come due delle macchine slot machine del bar siano state 'ripulite' dei soldi contenuti all'interno prima della deflagrazione. Trovati anche spaccati i lucchetti della serranda dell'esercizio commerciale. Allertato il proprietario del negozio l'avvenuto furto è stato confermato dallo stesso.

CAUSA DELL'ESPLOSIONE - Un furto consumato che potrebbe indicare come l'esplosione possa essere stata una conseguenza dello stesso. Resta da comprendere se possa essere stata innescata durante l'intrusione dei ladri nel locale o dopo che questi si sono allontanati dallo stesso con la refurtiva. Gli investigatori del commissariato Appio diretti del dottor Alfredo Luzi non escludono nessuna ipotesi. 

MISCELA ESPLOSIVA - Tra le ipotesi quella che i ladri abbiano utilizzato una miscela che ha provocato l'esplosione nel bar al pianterreno e poi le fiamme forse per danneggiare il locale dopo il furto. Il titolare ha riferito di non aver ricevuto minacce di recente. 


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arco di Travertino: esplosione in un palazzo dopo il furto nel bar, grave una donna

RomaToday è in caricamento