rotate-mobile
Cronaca Laurentina / Via Luciano Folgore

La sua auto brucia sotto agli uffici del municipio e lui filma tutto urlando. Ma l'incendio si tinge di giallo

Titti Di Salvo, presidente del IX municipio: "Quegli stessi uffici sono stati più volte oggetto di atti vandalici nel passato"

Un'auto a fuoco sotto una delle sedi del IX municipio, un uomo che urla e che riprende tutto, compreso la sua vettura in fiamme, con il proprio smartphone, una serie di minacce, versioni tutte da verificare e una indagine. C'è un po' di tutto in merito a un incendio sospetto che si è verificato in via Luciano Folgore, all'altezza dell'incrocio con via Ignazio Silone, andato in scena nella serata del 6 giugno. A tingere di giallo la vicenda è ciò che è successo prima e dopo il rogo.

L'auto in fiamme

Andiamo con ordine e partiamo dai fatti certi. Dopo le 21 al numero unico per le emergenze arrivano una serie di chiamate dai residenti del Laurentino 38 che, dai ponti, vedono una nube nera e un'auto in fiamme sotto la sede degli uffici municipali del commercio. Sul posto si recano i vigili del fuoco che spengono il rogo che, nel frattempo, annerisce le pareti della struttura amministrativa senza fortunatamente danneggiare gli interni e i documenti che sono tenuti.

La versione del proprietario dell'auto

Davanti l'auto in fiamme c'era anche il proprietario, un cittadino siriano che vive lì in zona e che è molto conosciuto dai cittadini del quartiere, che all'arrivo dei soccorsi e delle forze dell'ordine stava riprendendo il tutto con il proprio cellulare urlando frasi in arabo. I poliziotti del distretto Esposizione e del reparto volanti lo hanno ascoltato. Secondo quanto raccontato dall'uomo, lui avrebbe ricevuto una serie di minacce dai residenti del posto per la sua non meglio precisata attività lavorativa. È proprio a questo punto che iniziano i primi punti da chiarire della vicenda. L'uomo, incensurato, risulterebbe essere disoccupato e la sua versione non convince troppo gli investigatori. 

I punti da chiarire

Stando a quanto appreso da RomaToday, il cittadino siriano vivrebbe in un garage occupato a poca distanza da via Folgore. La polizia che sta indagando, inoltre, ipotizza che ad appiccare l'incendio sia stato lui stesso. Perché l'uomo avrebbe dovuto bruciare la sua auto sotto gli uffici del municipio? Una ipotesi è che il garage dove vive abusivamente possa essere presto sgomberato. 

La presidente del IX municipio, Titti Di Salvo, tuttavia non parla di sgombero imminente: "Non era nei nostri programmi liberare quel garage, certo ora la questione sarà attenzionata con cura".

Secondo quanto ricostruito dal nostro quotidiano a tingere ancora più di giallo il susseguirsi di eventi ci sarebbe stato anche l'atteggiamento del cittadino siriano che nel corso della mattinata di ieri, con un bastone, avrebbe minacciato alcuni residenti e alcuni dipendenti dell'ufficio municipale del commercio.

Clima di tensione

Che ci sia correlazione tra gli eventi saranno le indagini a dirlo, di certo al Laurentino 38 il clima è teso come conferma la stessa Di Salvo: "Le indagini ci spiegheranno che cosa è successo e perché, ma sappiamo che quegli stessi uffici sono stati più volte oggetto di atti vandalici nel passato. E che le persone che ci lavorano sono preoccupate. Non meritano di vivere in uno stato continuo di tensione. Il danno comunque c'è stato e oggi l'ufficio è chiuso. Voglio ringraziare il sindaco Gualtieri e Il capo di Gabinetto Stancanelli che si sono subito prodigati per aiutarci a gestire la situazione, tutte le forze dell'ordine e i tanti che ci hanno telefonato per darci solidarietà".

Sul caso sono intervenuti anche il capogruppo della lista civica Virginia Raggi in Campidoglio, Antonio De Santis, e la capogruppo della lista civica Raggi in Municipio IX, Carla Canale: "Si prendano subito tutte le misure necessarie a tutelare il personale, che ha diritto a lavorare in sicurezza: oggi più che mai è evidente che il loro è un compito delicato, essenziale per il buon andamento della pubblica amministrazione. Ci auguriamo che quanto accaduto, che tra l'altro ha costretto gli uffici a rimanere chiusi per la giornata di oggi, non si verifichi di nuovo e che i responsabili vengano presto assicurati alla giustizia". 

incendio auto1-5

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La sua auto brucia sotto agli uffici del municipio e lui filma tutto urlando. Ma l'incendio si tinge di giallo

RomaToday è in caricamento