rotate-mobile
Cronaca Ardea

Incendio Ardea, in fiamme pneumatici e rifiuti. Nube nera su Roma e i Castelli. "Tenete le finestre chiuse"

Il forte odore di gomma e plastica bruciata costringe i residenti a tenere chiuse porre e finestre

Un maxi incendio è scoppiato all'alba di oggi, lunedì 8 aprile, ad Ardea, comune sul litorale della provincia di Roma. A bruciare, dalle 5 del mattino, rifiuti e cumuli di pneumatici in una discarica abusiva.

L'area, secondo quanto appreso, era di proprietà dell'ex proprietario di Eco-x (la discarica bruciata nel 2017) ormai morto e ora era in custodia ad altre persone. Il terreno, mai bonificato, nel corso del tempo è diventata una discarica abusiva di circa 5mila metri quadrati. 

Nube nera su Roma

Già a poche ore dopo il rogo, una enorme nube nera si è levata in cielo coprendo parte della periferia sud di Roma, il litorale e i Castelli romani. Le fiamme sono ben visibili da diversi punti della città. Stando a una prima ricostruzione, l'incendio ha interessato un terreno di via Montagnano, pieno di pneumatici usati e di altro materiale di scarto accatastato. Il forte odore di gomma e plastica bruciata ha costretto i residenti a tenere chiuse porre e finestre.  

"Finestre chiuse"

L'enorme nube di fumo si è innalzata in aria e si sta spostando in direzione del comune di Pomezia e verso i comuni di Albano e Castel Gandolfo, e del comune di Marino. I vigili del fuoco sono impegnati con tre squadre, due autobotti e il carro schiuma. Sul posto anche i carabinieri della compagna di Anzio, che indagano, Arpa, che effettuerà i rilievi, e le istituzioni del comune di Ardea.

Il Comune è in stretto contatto con la Asl Roma 6 e l'Arpa Lazio. "Non appena si avranno notizie certe circa i rilievi effettuati dalle autorità competenti verranno immediatamente diffuse e saranno adottati i provvedimenti che verranno ritenuti opportuni. - spiega il sindaco di Ardea, Fabrizio Cremonini - Al momento, si raccomanda alla popolazione residente nelle zone limitrofe a quella dell'incendio di tenere le finestre chiuse, proteggendo le vie respiratorie soprattutto nei soggetti con fragilità e maggiormente esposti".

"L'unica raccomandazione immediata, per coloro che abitano in prossimità dell'area, è di chiudere le finestre", spiegano anche dal comune di Albano che invitano alla precauzione. 

Le reazioni

"Questa mattina, ancora una volta ci siamo svegliati con un incendio velenoso. - hanno commentato dal comitato Ust, che segue da vicino le questioni ambientali di Ardea e non solo - A quanto pare, la discarica abusiva di pneumatici, denunciata più e più volte, anche la nostro comitato UST a fine 2021, ha preso fuoco. La coltre di fumi carichi di diossina e chissà cosa altro si sta dirigendo da qualche ora verso Roma. Le denunce inascoltate hanno dei responsabili? Per ora il comitato UST ha contattato il sindaco di Ardea, chiedendo di attivare immediatamente i controlli degli enti preposti. Per quanto possibile evitate di esporvi a questi fumi".

Sul caso è intervenuto anche il gruppo di Legambiente del circolo Agro Romano Meridionale: "La nube arriva piano piano nei quartieri di Roma sud. Così potete vedere tutti come una qualsiasi emissione da una sorgente puntuale possa arrivare ovunque. L'aria non conosce confini". 

Il video della nube dai Castelli romani

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio Ardea, in fiamme pneumatici e rifiuti. Nube nera su Roma e i Castelli. "Tenete le finestre chiuse"

RomaToday è in caricamento