rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
Cronaca Capena

Ferragosto di fuoco in provincia: a Martignano evacuati 300 bagnanti

Incendi si sono sviluppati anche a Capena, Morlupo, Castelnuovo di Porto e sul monte Artemisio ai Castelli Romani

Ferragosto di fuoco e paura in provincia di Roma dove sono state decine gli interventi dei soccorritori per dei vasti incendi che, oltre a bruciare vaste porzioni di territorio, hanno fatto temere il peggio per abitanti e bagnanti presenti nelle aree dove sono divampati. Particolare apprensione è stata vissuta a Capena e soprattutto sul lago di Martignano dove un incendio ha richiesto l'evacuazione di circa 300 bagnanti. 

Capena, Castelnuovo di Porto, Martignano, Morlupo ed il Monte Artemisio ai Castelli Romani, queste le aree maggiormente colpite dove decine di soccorritori sono stati impegnati tutta la giornata per avere ragione delle fiamme alimentate dal vento e dal caldo che in questo mese di agosto interessano il territorio laziale. Roghi che hanno devastato la scorsa settimana anche la Riserva Naturale del Monte Catillo a Tivoli e la zona di Fara Sabina tanto da portare il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingarettti a dichiarare lo stato di calamità naturale nel Lazio sino al prossimo 30 settembre.

Incendi ferragosto 2021 provincia di Roma

Incendio a Martignano 

Particolare paura è stata vissuta dalle centinaia di bagnanti che si trovavano domenica sulle sponde del lago di Martignano. Proprio nel Comune di Anguillara Sabazia nel pomeriggio del 15 agosto  i Carabinieri della locale Stazione, sono intervenuti in Strada Comunale di Martignano, dove dalle ore 13:00 circa si era sviluppato un incendio che ha interessato l’area incolta adiacente l’omonimo lago. I Vigili del Fuoco intervenuti con il supporto di mezzi aerei hanno provveduto a domare le fiamme.

Nel corso delle operazioni sono state evacuate dalle rive del lago circa 300 persone a causa della presenza di fumo. Nessuna abitazione è stata danneggiata e nessun ferito, con carabinieri che indagano sull'accaduto. 

Evacuate famiglie a Capena 

Da Anguillara alla provincia nord della Capitale cambia il Comune ma non lo scenario. In particolare a Capena,  dove è stato necessario evacuare a scopo precauzionale circa 40 abitazioni con le rispettive famiglie. Un vasto rogo in cui sono stati impegnati vigili del fuoco, volontari della protezione civile e carabinieri spento dopo diverse ore di intervento. Fra loro gli uomini della Protezione Civile Monti Prenestini - Castel San Pietro Romano. 

"Rientrate questa mattina - scrivono sulla loro pagina Facebook i volontari della Protezione Civile Monti Prenestini - le nostre squadre impegnate dal pomeriggio di ieri per un incendio in zona Lunghezza e che successivamente, attivati dal nostro Coordinamento Coreir e dalla Sala Operativa Regionale, hanno lavorato per tutta la notte a Capena per un vasto incendio boschivo che ha coinvolto anche delle abitazioni. Grande lavoro di squadra con la Protezione Civile " I LUPI ", Protezione Civile Il Gamberone ODV, Volontari Valle Aniene Associati, Protezione Civile MPC03, Gruppo Volontariato Civile Squadra Antincendio Di Fara in Sabina, altri Gruppi di Protezione Civile locali e Vigili del Fuoco di Montelibretti. Un ringraziamento particolare a tutti i volontari che anche durante il giorno di Ferragosto sono stati attivi per fronteggiare i numerosi incendi sul territorio Regionale".

Incendio divampato intorno alle 17:30 da via di Cento Viole sul quale stanno indagano i carabinieri della Stazione di Capena. A parte la paura nessuno è rimasto ferito né intossicato con gli abitanti evacuati che sono potuti rientrare nelle loro abitazioni una volta domate le fiamme. 

Incendio vicino al CARA di Castelnuovo di Porto 

 A Castelnuovo di Porto, sempre domenica 15 agosto intorno alle 12, i Carabinieri della locale Stazione sono intervenuti presso il centro polifunzionale (ex CARA Centro Accoglienza per Richiedenti Asilo), dove si era sviluppato un principio d’incendio in un’area incolta adiacente la struttura, prontamente domato dai Vigili del Fuoco. Alle successive ore 14 veniva segnalato un nuovo principio d’incendio nella medesima zona, spento dalla Protezione Civile. Anche qui a parte lievi danni all’area verde adiacente la portineria del centro polifunzionale e pareti esterne di una cabina telefonica, nessuno è rimasto ferito.

Incendi ai Castelli Romani 

Sempre i Carabinieri di Velletri indagano per accertare le cause di un incendio partito ieri sera, verso le 19:00, su terreni agricoli privati, propagatosi su una superficie complessiva di due ettari circa, interessando prevalentemente sterpaglie e, in parte, alcune piante di ulivo lambite dalle fiamme, in località Fontana Parata e Ponte di Mele, domato nella stessa serata dai Vigili del Fuoco di Velletri. Nessun danno a persone, animali, abitazioni e veicoli. Territorio che era stato devastato nel corso della giornata di domenica con i soccorritori impegnati nel spegnere un maxi incendio divampato sul Monte Artemisio, sempre nel Comune di Velletri ai Castelli Romani.  

Nuovo rogo a Morlupo

Fiamme anche nella zona di Morlupo, già scenario di un incendio giorni fa. Qui il rogo ha interessato un'area abbastanza vasta, in questo caso a ridosso di un agriturismo. Sul posto i vigili del fuoco e la protezione civile. Il fumo ha invaso anche parte della carreggiata della diramazione Roma Nord.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferragosto di fuoco in provincia: a Martignano evacuati 300 bagnanti

RomaToday è in caricamento