Termini: fermati in stazione con documenti falsi per viaggiare in Europa, arrestati

In manette due uomini. I documenti non erano stati alterati, ma i fermati non corrispondevano alle foto riportate all'interno. Avevano con loro anche 2000 euro in contanti

Avevano documenti, taroccati, per viaggiare in Europa. Due palestinesi sono stati arrestati ieri sera dal personale della Polizia Ferroviaria di Termini dopo un controllo fatto nei pressi del Mc Donalds della stazione dove gli stessi si intrattenevano con un terzo palestinese, risultato poi regolare in Italia in qualità di rifugiato.

Controllati, i due hanno esibito documenti svedesi, non alterati, ma con fotografie con corrispondevano al loro reale aspetto fisico. Pertanto, si trattava di due casi di sostituzione di persona. Una tecnica usata soventemente dai cittadini di paesi extracomunitari, per viaggiare in Europa approfittando della parziale somiglianza con l’effettivo titolare del documento.

Inoltre, gli stranieri, sono stati trovati in possesso di altri documenti svedesi attestanti la loro effettiva identità, di 2000 euro in contante, nonché, di un pc portatile, in seguito sequestrato per essere sottoposto ad ulteriore accertamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Coronavirus, a Roma 1306 nuovi casi. D'Amato condanna: "Assurde le scene viste nei centri commerciali"

Torna su
RomaToday è in caricamento