menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Choc a Torpignattara: anziana aggredita dall'idraulico a martellate

Vittima una 75enne. I fatti in un appartamento di via di Torpignattara

Ha guardato nello spioncino dopo che le hanno bussato alla porta di casa. Sul pianerottolo il suo idraulico che le ha chiesto di aprire. Convinta di essere al sicuro la signora, un'anziana di 75 anni, ha aperto il portoncino al lavoratore ma poi è successo quello che nessuno poteva minimamente immaginare "l'ha colpita alla testa con un martello, verosimilmente per rapinarla". Il racconto choc arriva da Donatella Bagli, nipote della vittima, con la signora poi costretta alle cure dell'ospedale con un trauma cranico ed una ferita alla testa.

I fatti, secondo il racconto della nipote della donna, si sono verificati nel pomeriggio di mercoledì in un appartamento su via di Torpignattara. Un racconto dettagliato quello della nipote che a RomaToday spiega: "E' stata aggredita dal suo idraulico di fiducia che si è presentato in tenuta da lavoro e con la borsa degli attrezzi". "Dopo aver suonato alla porta di mia zia il ragazzo, conosciuto anche dagli altri inquilini per aver eseguito altri lavori di idraulica, le ha chiesto del denaro". L'anziana a questo punto le ha detto che poteva darle 50 euro, e che non aveva altro denaro. 

Poi è accaduto quello che nessuno poteva aspettarsi: "L'ha spinta dentro casa e dopo aver preso un martello glielo ha dato in testa". Nel corso dell'aggressione il martello gli è però caduto dalle mani dando il tempo a mia zia Luciana di potersi difendere in qualche modo e chiedere aiuto". 

Donatella Bagli che racconta ancora: "Una volta impugnato il martello che le era caduto l'idraulico ha provato a colpire nuovamente mia zia ma lei in qualche modo è riuscita, nonostante la non più giovane età, ad evitarlo". Poi la richiesta di aiuto. 

A questo punto, come racconta ancora la nipote della signora Luciana, "la signora che abita all'appartamento di fronte sentendo le urla è uscita sul pianerottolo mettendo in fuga l'idraulico". 

Ferita alla testa la 75enne è stata quindi trasportata all'ospedale Vannini dove l'hanno refertata con "un trauma cranico e sette punti di sutura alla testa per poi dimetterla". Una volta uscita dal nosocomio di via dell'Acqua Bullicante "è andata a sporgere denuncia alle forze dell'ordine". "Quando zia mi ha raccontato l'accaduto quasi non volevo crederle - conclude Donatella Bagli -. Oramai non siamo sicuri neanche in casa". 

"E’ inconcepibile quanto avvenuto a una signora anziana del V Municipio aggredita a colpi di martello dall'idraulico di fiducia che ha suonato la porta chiedendo dei soldi", commentano i dirigenti della Lega Fabrizio Santori e Monica Picca ed Emiliano Corsi, capogruppo della Lega in V Municipio. "Ci giungono sempre più segnalazioni di questi fatti sconcertanti che sono solo la punta di un iceberg che potrebbe esplodere nei prossimi mesi per via della crisi economica alimentando atteggiamenti violenti da parte di persone senza rispetto e senza scrupoli che con disprezzo aggrediscono anche le persone anziane per qualche euro". 

"E’ necessario fare chiarezza su questa vicenda e porre la parola fine ad una condizione pericolosa e di forte insicurezza che rischia di espandersi in tutti i quadranti della città e logorare il tessuto sociale. Siamo certi che le forze dell'ordine sapranno trovare la giusta presenza sul territorio per evitare ulteriori episodi di insicurezza che potrebbero verificarsi soprattutto nelle zone più periferiche di Roma".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona arancione più vicina per Roma e il Lazio. D'Amato: "Curva in ascesa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento