rotate-mobile
Cronaca Pigneto

Hashish in casa: ancora guai per il rapper Pol G, cantante degli Assalti Frontali

L'artista era stato trovato nel 2020 con sei chili di marijuana in casa

Ancora guai per il rapper Pol G, cantante degli Assalti Frontali, trovato nella sua casa al Pigneto con un etto fra hashish e marijuana. A bussare alla porta di casa di Paolo Bevilacqua lunedì sera gli uomini della Guardia di Finanza, che già nell'ottobre del 2020 lo avevano trovato con sei chili di marijuana nella sua abitazione del V Municipio. 

In particolare sono stati gli investigatori delle Fiamme Gialle del 3° Nucleo Operativo Metropolitano di Roma ad arrivare al suo appartamento dopo essere venuti a conoscenza della presenza in casa di sostanza stupefacente. Ad aprirgli la porta lo stesso 57enne. Perquisita l'abitazione i militari hanno quindi trovato e sequestrato 93 grammi di hashish, suddiviso in alcuni involucri, e poco più di 4 grammi di marijuana, oltre ad un bilancino di precisione. 

Arrestato con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio l'artista è stato giudicato martedì mattina con rito direttissimo nelle aule del Tribunale di piazzale Clodio e condanatto all'obbligo di firma.

Sei chili di marijuana in casa

Nuovi guai dunque per il rapper degli Assalti Frontali che dopo essere stato trovato con sei chili d'erba in casa nell'ottobre dello scorso anno, in piena pandemia, si giustificò "In questo periodo non lavoro, non faccio concerti. Ho cercato di arrangiarmi". In quel caso venne condannato a pagare una multa da 20mila euro ed all'obbligo di firma quotidiana. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hashish in casa: ancora guai per il rapper Pol G, cantante degli Assalti Frontali

RomaToday è in caricamento