Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Roma-Lido: "Scandaloso i passeggeri sui binari, vengano risarciti"

L'ennesimo inferno quello subito dai passeggeri della Roma Lido costretti per un guasto del mezzo a camminare a piedi sui binari. L'Udicon chiede un risarcimento danni

Cinquecento metri percorsi a piedi sui binari tra sassi e rotaie. Una traversata a dir poco folle quella dei pendolari della Roma-Lido che ieri sono stati costretti a evacuare dal treno rimasto bloccato tra Magliana e San Paolo causa guasto all'impianto di alimentazione. Tanti i racconti comparsi sul web e i video dei passeggeri accalcati in vagoni strapieni dove a stento si riusciva a respirare. Una goccia particolarmente amara che ha fatto traboccare il vaso del "trenino" che unisce la città al mare.

Già, una storia vecchia quella della Roma-Lido, una storia fatta di ritardi, disagi, mezzi bloccati senza comunicazione ai passeggeri per ore. E mentre Atac ha fatto partire una commissione d'inchiesta per accertare le dinamiche del guasto (che tra l'altro ha colpito due treni in poche ore, uno dei quali fortunamente era per la sola manutenzione), c'è chi chiede che l'ennesimo disservizio non finisca nel dimenticatoio e che, quanto meno, i passeggeri vengano risarciti.

“È inammissibile il modo in cui è stata gestita una situazione di emergenza – afferma sconcertato il Presidente Nazionale dell’U.Di.Con, Denis Nesci di fronte all’incidente di ieri – si è ignorata ogni norma di sicurezza indispensabile a garantire l’incolumità dei cittadini costretti invece a camminare sui binari per raggiungere la stazione più vicina. Chi ha ordinato tale misura?” Il Presidente inoltre aggiunge che “le autorità competenti devono assolutamente aprire un’inchiesta per accertare chi è il responsabile di quello che è diventato un vero e proprio inferno”.

“I passeggeri sono stanchi dei  ritardi che quotidianamente si ripercuotono su questa linea – aggiunge il Presidente – questa volta non si accontenteranno certo delle scuse, pagano per poter usufruire di un servizio che finora non è certo stato all’altezza; è per questo che chiederemo alle istituzioni un risarcimento per quanto accaduto, affinché questo sia di lezione per futuri casi simili”.

"L’U.Di.Con, impegnata nella difesa degli utenti e consumatori  invita i passeggeri a contattare il numero verde 800305503 per poter richiedere il risarcimento".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma-Lido: "Scandaloso i passeggeri sui binari, vengano risarciti"

RomaToday è in caricamento