Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

Guasti in metro, flambus e black out in stazione: il venerdì nero di Atac

Lo sciopero ed il guasto a Policlinico la mattina, l'autobus 881 in fiamme ed il corto circuito nella Metro A nel pomeriggio

Venerdì 8 giugno da incubo. Una giornata da bollino nero per Atac che ha messo in evidenza i tanti, troppi, difetti dell'azienda di trasporti di Roma. Prima il guasto a Policlinico che ha mandato in tilt la Metro B, poi un autobus rotto a Prati, quindi un Flambus, il dodicesimo nel 2018, all'Aurelio ed infine il black out elettrico alla stazione Barberini della linea A. Il tutto con un sciopero, fino alle 12:30, indetto dal sindacato Ugl a cui ha partecipato il 10,7% del personale Atac.

Metro B: guasto a Policlinico e linea in tilt

La giornata di passione è iniziata intorno alle 8 del mattino quando la frequenza della linea B è risultata rallentata e sbalzata. Ogni corsa ha tardato, a tutte le fermate, con tempi di attesa lunghi. Chi era a bordo già sussurrava di disservizi a causa dello sciopero. Poi lo stop, definitivo. "C'è un guasto" (non meglio specificato), la giustificazione del macchinista di turno. Tra gli 8 ed i 12 minuti, in media, di attesa alle stazioni.

Il racconto della giornata sulla Metro B

Più tardi i Vigili del Fuoco spiegheranno che alla stazione Policlinico si è verificato un "guasto tenico alla linea" con piccoli rumori simili ad esplosioni. Nella circostanza sono state fatte evacuare 1500 persone. Nello scalo a pochi metri dall'ospedale sono giunti agenti di Polizia, sanitari del 118 e Vigili del Fuoco, anche con il personale del Nucleo Biologico Chimico Radiologico. La fermata Policlinico, direzione Laurentina, viene così chiusa e le corse della Metro B vengono interrotte fino alle 12:20.

Policlinico-2-4

Policlinico: passeggeri bloccati sui treni "al buio e senz'aria"

Ed è proprio a Policlinico, epicentro del guasto sulla linea B, che si sono registrate vere e proprie scene di panico. "Per venti minuti - racconta un utente - siamo rimasti bloccati al buio, senza informazioni e senza aria condizionata". Quindi la decisione di evacuare il treno e la passeggiata nel tunnel, finita sui social attraverso i video degli utenti. Tanti i tweet che testimoniano l'inquietudine. "Abbiamo camminato raso binario. Un'esperienza mistica che racconterò ai miei nipotini", scrive Daria.  

Autobus da incubo: due guasti in pochi minuti

Anche il pomeriggio inizia male. Subito dopo pranzo un bus della linea 791 si ferma ma Atac precisa che "si è trattato di un falso allarme". Non ci sono state né fiamme, né fumo. A Prati, invece, la situazione cambia quando in viale Mazzini, intorno alle 14, una vettura della linea 30, in seguito al bloccaggio della cinghia dell'impianto dell'aria condizionata, ha generato fumo a causa dell'attrito con l'asfalto sul retro del bus. A scopo precauzionale il conducente ha utilizzato l'estintore di bordo. Disagi sì, ma con Atac che, ancora una volta, ha voluto specificare che "non c'è stato alcun principio di incendio".

autobus-10

Flambus all'Aurelio: brucia bus 881

Neanche due ore più tardi e un autobus della linea 881 va a fuoco. Succede a piazza Pio XI tra Valle Aurelia e Boccea. Sul posto, allertati dal macchinista, i Vigili del Fuoco e la Polizia di Stato. Il fumo nero, alto in cielo, ha invaso l'area del quartiere. Illesi i passeggeri ed il conducente usciti in tempo dal bus in fiamme. E' il 12° caso di autobus bruciati nella Capitale nel 2018 (qui tutti i precedenti). Atac, anche in questo caso, tuttavia ha deciso di intervenire con una nota: "L'autobus è stato interessato, per ragioni ancora da accertare, da un principio di incendio mentre circolava". Le immagini, impietose, raccontano però di lingue di fuoco che lasciano pochi spazi ai dubbi. 

Il video dell'incendio

Metro A: black out a Barberini

Il bollettino non risparmia  la Metro A con un black out elettrico che, dalle 16:30 circa, ha fatto calare il buio nella stazione Barberini mandando in tilt la stazione con i treni che passano senza fermarsi. Sul posto i tecnici Acea, supportati dal personale Atac, per ripristinare la situazione.

Barberini-8-5

I sindacati attaccano Atac

Una serie di disagi che ha mandato su tutte le furie i sindacati. "Siamo al paradosso, una città che non garantisce più il servizio.della mobilità. Tra autobus in fiamme e le due linee della metro che si guastano nella stessa giornata. La vita dei cittadini romani e dei lavoratori dell'azienda municipalizzata è una corsa ad ostacoli senza fine", commenta Francesco Iacovone, dell'Esecutivo Nazionale Cobas. 

"È più importante il codice etico o informare i cittadini dei pericoli che corrono?", domanda Micaela Quintavalle, leader del Movimento M410, a rischio licenziamento per le sue dichiarazioni nel corso di un'intervista a Le Iene. Per Claudio De Francesco, segretario regionale Faisa Sicel si parla di sicurezza zero: "Ormai sembra che Raggi ha nominato Nerone assessore della mobilità. Basta chiacchiere e spot su Facebook se si vuole salvare veramente l'azienda bisogna metter gente competente".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guasti in metro, flambus e black out in stazione: il venerdì nero di Atac

RomaToday è in caricamento