rotate-mobile
San Paolo

I furbetti del green pass: seduti al tavolo con le certificazioni valide, ma gli erano state prestate dagli amici

I due amici scoperti dai carabinieri in una paninoteca in zona San Paolo

Seduti al tavolo in paninoteca in zona San Paolo come dei normali clienti avevano mostrato i loro green pass al personale del locale con lo stesso che aveva dato la spunta verde. Nulla di strano ai tempi dell'emergenza Coronavirus se non fosse che i due furbetti fossero in possesso di certificati verdi validi, ma intestati a due loro amici. A scoprire la magagna sono poi stati i carabinieri della stazione Roma San Paolo che hanno denunciato i due ragazzi, due 23enni romani, con l’accusa di sostituzione di persona.

Le verifiche mercoledì sera, nel corso di un servizio predisposto alla verifica del rispetto delle prescrizioni per il contenimento del contagio da Covid19. Entrati nella paninoteca i militari hanno proceduto al controllo delle certificazioni verdi Covid-19 in possesso dei dipendenti e degli avventori seduti ai tavoli all’interno dell’esercizio.

Dagli accertamenti dei Carabinieri è emerso che i due giovani, seduti ad un tavolo a consumare, erano entrati nel locale mostrando due green pass su formato elettronico regolari ma intestati a due loro amici e di averli eliminati dalla memoria del telefono, per paura di essere scoperti, poco prima degli accertamenti.

I Carabinieri li hanno quindi identificati, denunciati all’Autorità Giudiziaria e sanzionati per  400 euro ciascuno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I furbetti del green pass: seduti al tavolo con le certificazioni valide, ma gli erano state prestate dagli amici

RomaToday è in caricamento