Sabato, 12 Giugno 2021
Cronaca

LETTORE - Termini: viaggio con animale a sorpresa nello scompartimento

Sorpresa alla stazione Termini per i passeggeri del Venezia-Napoli che si sono ritrovati l'insolito passeggero in carrozza: un granchio Favollo. Il racconto di un lettore

Il 28 novembre 2011 sul treno 589 Venezia – Napoli alla stazione di Roma sotto i sedili di uno scompartimento di seconda classe alcuni passeggeri hanno notato la presenza di uno strano animale.
Qualcuno, scambiandolo per un ragno è fuggito impaurito: effettivamente l'esemplare di circa 25/30 cm di diametro (zampe estese) in un contesto inusuale poteva incutere un certo timore, ma in realtà si trattava di un esemplare di Eriphia Verrucosa conosciuto comunemente come granchio favollo, o granchio fellone ed è un crostaceo... l'animale era ancora vivo-

I passeggeri hanno informato il capotreno della presenza estranea ed è stata coinvolta anche la polfer di Roma Termini, ma dopo ben 1/2 ora (di ritardo poi per il treno) le autorità hanno optato per non rimuovere il passeggero particolare, di chiudere a chiave lo scompartimento nel quale viaggiava e di far proseguire il treno nel suo viaggio.

Le domande a questo punto sono molte: cosa ci faceva un granchio marino sul treno?
L'esemplare ha forse deciso di effettuare la migrazione stagionale dall'Adriatico (Venezia) al Tirreno (Napoli) invece che a nuoto via mare, con il più comodo e veloce treno? O forse è riuscito a guadagnare la libertà da un contenitore forse debole del passeggero che lo trasportava? Quest'ultima è l'ipotesi più avvalorata!

Anche perché nel nostro paese è una tradizione consolidata da decenni, con la nascita delle ferrovie stesse, quella di portare in giro per il bel paese, a destinazione di parenti ed amici, i prodotti tipici delle nostre regioni (formaggi, salumi, dolciumi, ecc.). Certo che animali vivi, come polli, galline e conigli, è dai tempi dei film in bianco e nero che non se ne vedevano; sará forse anche questo un effetto della crisi? Visto il minor costo del granchio sui banchi del pesce veneti.
Se il fenomeno dovesse consolidarsi sarebbe opportuno che Trenitalia adeguasse il proprio regolamento in fatto di trasporto animali, obligando all'uso di museruola, guinzaglio o gabietta anche per questi altri animali, particolari, ma vivi!

granchio1-2Ma a questo punto le domande che attanagliano i viaggiatori sono: il proprietario si è accorto dello smarrimento? Lo ha denunciato alle autorità? O si tratta di un caso di abbandono?
Cosa ne è stato del granchio una volta giunto a destinazione (Napoli)? Chi lo ha preso in custodia? La polfer? Il personale Trenitalia? Il personale dei servizi di pulizie? Cosa ne è stato fatto? È stato rimesso in libertà nelle acque partenopee? È stato adottato da uno dei soccorritori commosso dall'incredibile storia?
Sono molti però quelli che temono il peggio, purtroppo per lui il granchio vafollo, rancio fellone in napoletano, è alla base di una delle ricette della tradizione della cucina di mare Partenopea, le linguine al sugo di rancio fellone appunto.
Ad oggi però restano solo ipotesi, i pendolari della Linea Roma-Napoli si sono appassionati al caso, chiedendo ogni giorno al personale Trenitalia notizie di Treny (è stato così infatti ribattezzato il granchio dai viaggiatori) ma ad oggi ancora nessuno sa nulla.


In questi giorni i media di tutto il mondo riportano; della storia della Reflex ritrovata da un Sub e riconsegnata al proprietario grazie a Google+; della storia del lupo che attraversa gli stati uniti in cerca della compagna giusta con cui accoppiarsi e riprodursi. E allora lanciamo anche per il povero Treny un appello a tutto popolo di internet: "Chiunque abbia notizie circa Treny ce le faccia avere e provvederemo a diffonderle
"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

LETTORE - Termini: viaggio con animale a sorpresa nello scompartimento

RomaToday è in caricamento