rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Cronaca

Malore improvviso: morto a Roma il sindaco delle Isole Tremiti

Giuseppe Calabrese era arrivato nella Capitale per la cerimonia di assegnazione delle Bandiere Blu

È morto venerdì mattina a Roma Giuseppe Calabrese, sindaco delle Isole Tremiti, in provincia di Foggia. La tragedia in seguito a quello che sembrerebbe essere stato un malore improvviso che il primo cittadino ha avvertito nella serata di giovedì. Trasportato in ospedale, alle prime luci dell'alba il suo cuore ha smesso di battere. Era stato rieletto sindaco un anno fa con 192 preferenze, dodici in più di Antonio Fentini. In passato aveva guidato le Diomedee dal 2003 al 2011 (la penultima consiliatura terminò anzitempo). Aveva 66 anni.

Come scrivono da FoggiaToday, era diventato amico del colonnello libico Gheddafi, in virtù del riconoscimento che il sindaco fece alla Libia con la messa in opera di un cimitero islamico sull’isola di San Nicola per ricordare la morte di circa 400 soldati libici colpiti da una grave epidemia alle Isole Tremiti nel corso della Prima Guerra Mondiale. Nel 2009, per far quadrare i conti, annunciò di voler vendere l'isola di Pianosa e tra i possibili acquirenti spuntò proprio il nome del leader libico, che nel 1987 pare avesse già manifestato l'intenzione di acquistare l'arcipelago.

Giuseppe Calabrese, per tutti Pinuccio, proprietario sull'isola di varie strutture ricettive, fu insignito della fascia verde con tarda della Jamahiriya concesso da Gheddafi in qualità di amico della Libia. Il 6 aprile scorso aveva pubblicato sul suo profilo Facebook una foto con il colonnello.

Il primo cittadino delle Tremiti aveva nominato Lucio Dalla ambasciatore delle Isole nel mondo.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Malore improvviso: morto a Roma il sindaco delle Isole Tremiti

RomaToday è in caricamento