rotate-mobile
Cronaca

Nuovi guai per Giuliano Castellino: ha violato la sorveglianza speciale

Il leader già di Forza Nuova e del movimento fascista Area, negli ultimi mesi si era reso protagonista anche di manifestazioni no vax e sovraniste

Invece di restare a Roma, doveva aveva l'obbligo di dimora, è stato fermato davanti un fast food ai Castelli Romani, a Marino. Nuovi guai per Giuliano Castellino già leader della parte romana di Forza Nuova e del movimento fascista Area, negli ultimi mesi anche protagonista di manifestazioni no vax e sovraniste. 

Castellino, protagonista in passato di una aggressione a giornalisti de L'Espresso, era stato sottoposto a sorveglianza speciale con obbligo di dimora a Roma da gennaio scorso. La proposta, era stata avanzata e accolta dopo gli episodi avvenuti nel mese di ottobre 2020 prima a piazzale Ostiense e poi a piazza del Popolo nei quali il Castellino, si era reso protagonista della "reiterata violazione delle attuali disposizioni per il contenimento della pandemia da virus Covid-19 nonché di condotte di pubblica istigazione alla contravvenzione delle stesse", spiegava la Questura ad inizio anno.

Ora sono arrivati nuovi guai. Lo scorso 9 luglio, Castellino è stato fermato dai carabinieri della compagnia di Castel Gandolfo e di Santa Maria delle Mole, che lo hanno identificato davanti un fast food di via Appia Nuova, violando così il provvedimento di sorveglianza speciale andando oltre il comune di Roma. Il volto noto dell'ultradestra romana è stato così portato in caserma e processato per direttissima lunedì mattina nel Tribunale di Velletri. L'arresto è stato così convalidato con il giudice che ha confermato la sorveglianza speciale, ribadendo l'obbligo di dimora a Roma. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovi guai per Giuliano Castellino: ha violato la sorveglianza speciale

RomaToday è in caricamento