Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Esquilino / Via Giovanni Giolitti

Stazione Termini: i carabinieri rafforzano i controlli in vista del Giubileo

Dall'inizio dell'anno sono state 350 le persone arrestate e 2mila quelle denunciate nella zona dello scalo ferroviario dai solo militari dell'Arma

Una battaglia senza confini, da una parte le forze dell'ordine, dall'altra ladri, truffatori e sbandati, nel mezzo turisti e passeggeri che ogni giorno affollano in entrata ed in uscita la Stazione Termini di Roma. Una zona 'a rischio', porta d'accesso per i milioni di pellegrini che affolleranno la Città Eterna a partire dal prossimo 8 dicembre, quando inizierà il Giubileo 2016.

GIUBILEO 2016 - In previsione dell'Anno Santo i carabinieri della Compagnia Roma Centro hanno incrementato a partire dalla mattinata di oggi 31 agosto i controlli antidegrado nell'area dello scalo ferroviario dell'Esquilino e delle zone limitrofe alla stazione, quali piazza dei Cinquecento, piazza della Repubblica e via Giolitti.

CONTROLLI A TERMINI - Un'azione di contrasto alla microcriminalità che vede le forze dell'ordine alle prese ogni giorno con decine di reati e truffe di ogni tipo e sorta. Sono infatti 2mila le denunce ed oltre 350 gli arresti operati dai soli carabinieri nella zona di Termini dall'inizio di questo 2015. In particolare, come spiega il comandante della Compagnia dei Carabinieri Roma Centro Aniello Schettino si tratta "di reati predatori e truffe messe in atto soprattutto da cittadini stranieri provenienti dai campi rom della Capitale e del territorio regionale, favoriti dalla possibilità di arrivare alla stazione direttamente attraverso i convogli regionali che partono e arrivano a Termini". 

TRUFFE VARIE - Innumerevoli i reati commessi ai danni di turisti e passeggeri. Ultima trovata, come spiega ancora il Maggiore Schettino, quella delle giovani ragazze rom vestite con abiti griffati e con la maglietta dell'Italia e aventi un fantomatico badge al collo. Spacciandosi per personale della Stazione, le truffatrici avvicinano infatti i turisti offrendo loro ausilio ed informazioni. "Poi la richiesta di denaro che in caso di rifiuto da parte della vittima e minacce da parte dei truffatori si trasforma in un tentativo di estorsione con conseguente arresto". 

Stazione Termini: controlli dei carabinieri

FOGLIO DI VIA - Ad operare i controlli, oltre ai carabinieri in divisa, anche le Unità Cinofile ed i militari in borghese travestiti da turisti o pendolari. Tra le operazioni di contrasto alla microcriminalità anche centinaia di controlli come nel caso della mattina del 31 agosto, quando i militari hanno fermato tre cittadini libici con un foglio di allontanamento dall'Italia firmato dal Prefetto ed emanato dal Questore. "Una volta fermati ed identificati - spiega ancora il comandante della Compagnia Roma Centro - i tre verranno portati in Caserma per accertamenti. Per il momento li abbiamo trovati con un foglio di via ed un biglietto del treno. Non hanno però commesso reato in quanto hanno sette giorni per allontanarsi spontaneamente dal Paese. Nel caso non dovessero farlo da loro e venissero ritrovati verrebberro arrestati ed accompagnati ad un CIE (Centro Identificazione ed Espulsione ndr), per poi essere accompagnati ai confini del Paese ed allontanati definitivamente". 

GIUBILEO IN SICUREZZA -  I controlli riguardano anche le situazioni di degrado di tutta l'area di Termini con carabinieri e polizia alle prese con mendicanti, finti invalidi, commercianti e tassisti abusivi, ma anche truffatori, predoni e criminali di spessore. Una vera e propria battaglia, messa in atto quotidianamente con uno sforzo particolare in vista dell'inizio del prossimo Giubileo, quando la Stazione Termini divverrà una delle porte di accesso di milioni di pellegrini in arrivo nella Città Eterna per l'Anno Santo. 

CARABINIERI Termini PLAY-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stazione Termini: i carabinieri rafforzano i controlli in vista del Giubileo

RomaToday è in caricamento