rotate-mobile
Cronaca Monte Mario / Largo Agostino Gemelli

Giovanni Manna scomparso, dopo due giorni nessuna traccia: i figli organizzano maxi squadra di ricerca

Nonostante l'impegno delle forze dell'ordine con unità cinofile ed elicottero del 73enne affetto da Alzheimer scomparso dal pronto soccorso del Gemelli nessuna notizia. La famiglia: "Siamo disperati, chi può si unisca a ricerche"

Le vie che si snodano da Piazzale degli Eroi a Monte Mario battute palmo a palmo di giorno e di notte da familiari e amici, l’elicottero in volo sulla zona e le unità cinofile impegnate a terra nelle ricerche: ma di Giovanni Manna, il 73enne affetto da Alzheimer scomparso la notte del 16 novembre dalla sala di attesa del pronto soccorso dell’ospedale Gemelli, non v’è ancora traccia. La sua sparizione resta un mistero. 

Scomparso dal Gemelli: proseguono le ricerche

Sono giorni di angoscia per la famiglia dell’uomo. Fino ad ora la cabina di regia istituita dalla Prefettura con il coinvolgimento dei Vigili del Fuoco, della Polizia di Stato e l’aiuto dei cani molecolari, non ha dato gli effetti sperati. Niente in più nemmeno dalla visione delle telecamere di videosorveglianza del Gemelli dove Giovanni Manna è stato immortalato per l’ultima volta intorno alle 21.30. 

Giovanni scomparso in zona Gemelli-Monte Mario, l'appello della famiglia: "Aiutateci a ritrovarlo"

Come era vestito quando è scomparso

L’uomo, alto 185cm per 80kg circa, di corporatura media, capelli e baffi bianchi, stempiato, al momento della scomparsa, indossava un piumino grigio, un golf di lana, jeans e scarpe sportive. Tutti elementi essenziali affinchè chi lo noti possa segnalarne la presenza alle forze dell’ordine o ai figli che sui social hanno messo i loro numeri di cellulare. Vana ieri la corsa dei familiari in zona Trionfale dove qualcuno pensava di aver visto il signor Giovanni: le speranze di moglie e figli si sono infrante quando arrivati li non c’era nessuno che corrispondesse a lui. 

La famiglia di Giovanni Manna: "Siamo disperati, aiutateci"

“??Mio papà Giovanni Manna non è stato ancora ritrovato. Ieri sono circolate varie notizie, molte false. L’unica certezza è che è stato acceso il telefono (con la sua SIM) due volte sempre in zona Monte Mario. Ma per ora, purtroppo, nulla” - scrive il figlio Matteo sui social. Da li arriva l’appello a condividere la fotografia del padre affinchè più persone possibili siano impegnate nel suo ritrovamento: “Siamo disperati ma noi ci crediamo, vogliamo ritrovarlo. Mia mamma Maria Rosa, io, Luca e Nicola ringraziamo tutti coloro che si sono attivati e lo stanno facendo ancora. Oltre a tutti coloro che ci sono vicini”. 

Una squadra di ricerca di volontari per ritrovarlo

E qualora Giovanni non venisse ritrovato nemmeno oggi, la famiglia sta organizzando per domani, sabato 20 novembre, un maxi raduno “con quanta più gente possibile” per cercare l’uomo. L’appuntamento per chi volesse partecipare alla squadra di ricerca dei volontari è per le ore 10 davanti all’ingresso del Gemelli, lato eliporto su via Trionfale. “Quante più persone arrivano meglio è - ha detto Matteo a RomaToday - chiediamo a tutti di partecipare e di munirsi di megafono per attirare l’attenzione di nostro padre”. 

Manna al Gemelli-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovanni Manna scomparso, dopo due giorni nessuna traccia: i figli organizzano maxi squadra di ricerca

RomaToday è in caricamento