Roma: 10.000 in piazza per la Giornata Mondiale del Sordo

Un lungo corteo, organizzato dall’Ente Nazionale Sordi, ha sfilato da Piazza Repubblica fino a Piazza Madonna Loreto

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

In occasione della Giornata Mondiale del Sordo, che rientra nel programma della Settimana Internazionale del Sordo 2016 (19-25 settembre), oltre 10.000 sordi hanno affollato le strade di Roma per partecipare alla manifestazione; l'evento, oltre che dell'Ente Nazionale Sordi, ha visto la partecipazione della WFD (World Federation of the Deaf) e dell'EUD (European Union of the Deaf). Giuseppe Petrucci (Presidente Nazionale ENS) durante la giornata ha chiesto più visibilità per le persone sorde: «Oggi siamo scesi in piazza per mandare un messaggio alle istituzioni, per questo motivo abbiamo scelto Roma. I governi devono dimostrare di essere sensibili verso certe problematiche».
L'evento è stato salutato anche dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e da Papa Francesco. «Desidero rivolgere un caloroso saluto a tutti i partecipanti. Esprimo la mia vicinanza - ha dichiarato il pontefice - a tutte le persone non udenti, specialmente a quante vivono nel disagio».
Dopo il ritrovo a Piazza della Repubblica alle ore 11, dove tutti i partecipanti hanno ricevuto delle magliette da indossare e alcuni palloncini, il corteo si è mosso verso Via delle Terme di Diocleziano, Via Giovanni Amendola passando poi per Via Cavour, Largo Corrado Ricci e Via dei Fori Imperiali, arrivando fino a Piazza Madonna del Loreto, antistante a Piazza Venezia. Proprio qui si sono tenute una serie di esibizioni di artisti sordi, allo scopo di sensibilizzare le istituzioni e l'opinione pubblica sulle esigenze dei cittadini sordi. Tra gli artisti presenti figurano il Coro delle Mani Bianche Roma, la Band Nuove Tribù Zulu, l'illusionista Andrea Truffa, i ballerini Angela&Savino, il comico Maurizio Scarpa e anche un'improvvisazione canora di bambini sordi.
I temi maggiormente trattati sono stati l'accesso all'informazione, alla comunicazione, al campo educativo, a quello lavorativo e a tutti gli ambiti della vita quotidiana.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento