menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Rimozione scritte a Montesacro

Rimozione scritte a Montesacro

Giornata Memoria, è allerta per l'ondata antisemita: agenti in presidio tra Sinagoga e ghetto

A seguito dell'ondata antisemita che ha colpito la comunità ebraica della Capitale nei giorni scorsi, il questore Mazza ha schierata un centinaio di uomini a presidiare Sinagoga, Ghetto e punti sensibili

Tre pacchi con tre teste di maiale e scritte negazioniste sui muri di piazza Sempione, a Montesacro. E' allerta intorno agli obiettivi sensibili della Comunità Ebraica per la giornata della Memoria, dopo le intimidazioni dei giorni scorsi. 

Le forze dell'ordine stanno presidiando le aree più a rischio. Il questore Mazza ha messo in campo un centinaio di uomini per tenere sotto controllo la Sinagoga, il ghetto, la scuola ebraica. E intanto vanno avanti le indagini della Digos per individuare il responsabile delle spedizioni antisemite. 

ONDATA ANTISEMITA - Il primo gesto venerdì 24 gennaio con una prima testa di maiale recapitata nella Sinagoga. Nella giornata di sabato altri due pacchi identici sono invece arrivati all'Ambasciata di Israele ai Parioli ed al Museo Roma In Trastevere di piazza Sant'Egidio dove dal 22 gennaio è visitabile una mostra sulla cultura ebraica.

Poi le scritte sui muri nel III Municipio. "Hanna Frank Bugiardona" e "Olocausto Menzogna Mondiale", il tutto contornato dalle svastiche. L'intervento da parte delle squadre della sezione Pics della Polizia Locale di Roma Capitale, unitamente a personale dell'Ama, ne ha permesso la rimozione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento