rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Cronaca

Giornalista aggredito al corteo contro il green pass, identificato il manifestante violento: è un collaboratore scolastico

Giuliano Castellino, leader romano di Forza Nuova ed esponente di altri movimenti fascisti, ha espresso la solidarietà al manifestante violento

Il manifestante violento cheFrancesco Giovannetti, giornalista videomaker di Repubblica e del gruppo Gedi, davanti al Miur nella protesta indetta nei giorni scorsi dal Coordinamento Nazionale Docenti e Ata contro il green pass, è stato identificato ed è stato portato in commissariato mentre il giornalista è in ospedale in codice verde per controlli.

L'uomo, un collaboratore scolastico precario dell'Ata, è stato ripreso dalla videocamera di Giovannetti, proprio mentre gli sferrava i pugni. "Pochi minuti prima dell'inizio formale del sit-in, un uomo mi ha colpito alla faccia con 4-5 pugni al viso - ha raccontato il videogiornalista - dopo avermi minacciato che mi avrebbe tagliato la gola".

Una aggressione individuale, dalla quale tutti gli altri manifestanti si sono dissociati. Gli agenti della Digos e del Commissariato di zona presenti sul posto, hanno bloccato l'aggressore, dopo aver attivato il 118 per accertare le condizioni di Francesco Giovannetti, poi trasportato in codice verde all'ospedale Fatebenefratelli.

L'aggressore, invece, è stato condotto presso gli uffici del commissariato Trastevere dove si sta vagliando la sua posizione per verificare se ricorrono gli estremi dell'arresto. Su disposizione della Questura, gli agenti del commissariato Trastevere, in collaborazione con quelli del XII Distretto Monteverde, essendo l'uomo detentore di  armi e di relativa licenza, hanno proceduto tempestivamente in via cautelare al ritiro delle stesse, nonché alla sospensione proprio della licenza.

Al vaglio degli inquirenti, per l'esatta ricostruzione del fatto, anche le immagini riprese dalla Polizia Scientifica. Tanti i messaggi di sostegno per il videogiornalista aggredito. A dare la solidarietà al manifestante violento, invece, ci ha pensato Giuliano Castellino leader già di Forza Nuova e del movimento fascista Area, che anche sabato era sceso in piazza per dire "no" al green pass insieme a no vax e fascisti. 

"La nostra totale ed incondizionata solidarietà al manifestante attualmente in stato di fermo, accusato di aver aggredito un giornalista. Questa categoria, composta nella sua stragrande maggioranza di sciacalli, sono solo dei servi di regime, che vengono nelle piazze a provocare e a cercare magari proprio qualche schiaffone", il messaggio di solidarietà di Castellino, da condannare.

Sabato scorso, proprio nella manifestazione in cui Castellino era presente, è stata aggredita una giornalista di Rainews24, Antonella Alba, era stata aggredita e ferita durante la manifestazione contro il Green pass a Roma

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornalista aggredito al corteo contro il green pass, identificato il manifestante violento: è un collaboratore scolastico

RomaToday è in caricamento