Cronaca

Aereo precipitato a Nettuno, morti due giovani campioni del nuoto di 22 e 23 anni

Gioele Rossetti e Fabio Lombini sono morti sul colpo. La Federazione Nuoto "sconvolta e attonita, esprime le più sentite condoglianze a familiari, amici e società di appartenenza", si legge in una nota

Gioele Rossetti a destra e Fabio Lombini a sinistra

Sono Gioele Rossetti e Fabio Lombini le due giovani vittime dell'incidente aereo avvenuto nella mattinata di domenica 31 maggio, a Nettuno. I due ragazzi, morti carbonizzati sul colpo, erano a bordo dell'ultrallegero è precipitato poco dopo il decollo presso la scuola di volo di Crazy Fly, in via Avezzano.

Sul caso indagano i carabinieri di Anzio che hanno posto l'area sotto sequestro così come hanno acquisito anche i pezzi rimanenti del velivolo. Secondo le prime risultanze investigative, l'aereo sarebbe precipitato per un guasto tecnico. Le salme dei di Gioele Rossetti e Fabio Lombini sono state affidate all'Autorità Giudiziaria. 

I due ragazzi, giovani e sportivi, facevano parte della Federazione Italiana Nuoto. Fabio Lombini, 22 anni, era di Forlì e appartenente alla società In Sport affiliata con i Vigili del Fuoco, Gioele Rossetti, 23 anni appassionato di volo come si vede dal suo profilo social, era iscritto all'Aurelia Nuoto.

La Fin, con una nota sul proprio sito ufficiale, ha espresso il cordoglio per i due giovani nuotatori ricordando anche le loro carriere sportive.

"Lombini, argento ai campionati assoluti invernali del 2017 nei 200 stile libero in 1'44"60 dietro a Filippo Megli e avanti a Filippo Magnini, già nazionale alle Universiadi di Taipei e ai campionati europei in vasca corta di Copenhagen nel 2017 (ottavo nei 200 stile libero in 1'45"05), stava svolgendo un allenamento collegiale al centro federale di Ostia seguito dal responsabile tecnico Stefano Morini ed accompagnato dal suo allenatore Alessandro Resch", si legge appena sopra una foto che ritrae appunto Fabio Lombini sul podio con Filippo Megli e Filippo Magnini.

  10_fabio-lombini-assoluti-nuoto-31-5-2020-2

"La Federazione, sconvolta e attonita, esprime le più sentite condoglianze a familiari, amici e società di appartenenza. Giungano a tutti loro i sentimenti di cordoglio del presidente Paolo Barelli, dei presidenti onorari Lorenzo Ravina e Salvatore Montella, dei vice presidenti Andrea Pieri, Francesco Postiglione e Teresa Frassinetti, del segretario generale Antonello Panza, del consiglio e degli uffici federali, del direttore tecnico della squadra nazionale di nuoto Cesare Butini e dell'intero movimento acquatico", conclude la nota della Fin.

A Roma, pochi giorni fa, una tragedia analoga con la morte del giovane Daniele Papa, 23 anni, poco dopo il decollo con il suo aereo dall'aeroporto dell'Urbe e lo schianto nelle acque del Tevere in zona Due Ponti. Salvo il passeggero che era con lui.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aereo precipitato a Nettuno, morti due giovani campioni del nuoto di 22 e 23 anni

RomaToday è in caricamento