Cronaca

È morto Gianfranco De Laurentiis, sport e giornalismo piangono lo storico volto della Rai

Ha condotto Dribbling e Domenica Sportiva. Dal 1997 al 2001 ha anche condotto Pole Position, programma che va in onda subito prima e subito dopo ogni Gran Premio di Formula 1

E' morto ieri a notte Gianfranco de Laurentiis, noto giornalista romano che per oltre trenta anni è stato il volto dello sport Rai. Aveva 81 anni.

Gli inizi al Corriere della Sera, poi dal 1972 la Rai e quattro anni dopo allo sport del neonato Tg2. Dal 1987 al 1996 ha condotto Domenica Sprint. Dal 1993 al 1994 è stato il direttore della TGS, la testata sportiva della Rai, quindi nella stagione sportiva 1994-1995 ha condotto La Domenica sportiva affiancato da Alessandra Casella.

Dal 1997 al 2001 ha condotto Pole Position, programma che va in onda subito prima e subito dopo ogni Gran Premio di Formula 1. Ha presentato numerose edizioni di Dribbling, storico rotocalco sportivo dell'emittente di stato, fino a diventarne il volto per antonomasia.

Tanti i ricordi dei giornalisti Rai e non solo. "Un signore del microfono. Un giornalista del servizio pubblico capace di una narrazione puntuale, onesta, sobria, elegante. Un modello, un maestro. Un giornalismo che mi manca. Da collega e da telespettatore. Addio a Gianfranco", ha scritto Riccardo Cucchi su Twitter. 

Enrico Variale ha aggiunto: "La scomparsa di Gianfranco De Laurentiis addolora quanti lo hanno conosciuto apprezzandone la grande professionalità e signorilità". "Il mio primo maestro in Rai è stato Gianfranco De Laurentiis. Ogni sabato mattina aspettavo il suo giudizio e le sue legnate mentre vedeva i miei pezzi di Dribbling con la sigaretta all’angolo della bocca. Mancherai Gianfranco", il ricordo di Alessandro Antinelli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È morto Gianfranco De Laurentiis, sport e giornalismo piangono lo storico volto della Rai

RomaToday è in caricamento