Cronaca

Termini, rubano zaino a turista e scappano: presi dopo inseguimento

La refurtiva, un computer portatile, una fotocamera, un tablet, cuffie, ed altri oggetti per un valore dichiarato che va dai 3.000 ai 4.000 dollari sono stati recuperati

Nella mattinata di giovedì il personale della Squadra di Polizia Giudiziaria del Compartimento Polizia Ferroviaria ha arrestato tre cittadini nordafricani, rispettivamente di 30, 31 e 33 anni, responsabili, in concorso tra loro, di furto pluriaggravato di uno zaino in danno di un viaggiatore argentino.

In particolare, gli agenti sono stati avvisati dal personale preposto alla visione delle telecamere di videosorveglianza dello scalo ferroviario di Termini, sulla presenza di tre nordafricani, già conosciuti alla polizia in quanto dediti a borseggi in area ferroviaria.

Intervenuti sul posto, i poliziotti  hanno assistito all’azione del furto dello zaino che era appoggiato su di uno scalino, nei pressi di via Giolitti; in tale circostanza i tre nordafricani, approfittando della distrazione del viaggiatore, si sono impossessati dello zaino e sono fuggiti uscendo dalla stazione.

I poliziotti all’istante li hanno inseguiti e bloccati procedendo al loro arresto nella flagranza del reato di furto aggravato. La refurtiva, un computer portatile, una fotocamera, un tablet, cuffie, ed altri oggetti per un valore dichiarato che va dai 3.000 ai 4.000 dollari, è stata riconsegnata al legittimo proprietario.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Termini, rubano zaino a turista e scappano: presi dopo inseguimento

RomaToday è in caricamento