menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Termini: ruba smartphone e chiede il "riscatto", incastrato dalle immagini video

Il ladro ha tentato il cosiddetto cavallo di ritorno dopo aver rapinato il telefono ad una ragazza

Ha rubato uno smartphone ad una ragazza nella zona della Stazione Termini, poi le ha chiesto il "riscatto" tentando quello che in gergo viene chiamato "cavallo di ritorno". A smascherare il ladro la squadra di Polizia Giudiziaria della Polizia Ferroviaria del Compartimento per il Lazio.

In particolare gli investigatori della PolFer, dopo un’intensa attività d’indagine, hanno rintracciato, nelle immediate vicinanze della Stazione Termini, un cittadino egiziano  resosi responsabile qualche giorno prima di un furto aggravato e conseguente estorsione ai danni di una ragazza. Nella circostanza dopo averle sottratto il telefono cellulare con l’ausilio di un complice l’uomo si offriva di recuperarlo dietro il pagamento della somma di 30 euro. 

L’azione delittuosa veniva ripresa dalle telecamere dell’impianto di videosorveglianza grazie alle quali gli agenti della polizia ferroviaria sono riusciti ad individuarne l’autore, poi riconosciuto dalla parte lesa a seguito di ricognizione fotografica. Per il cittadino egiziano si sono aperte le porte del carcere.

L'arresto del ladro è arrivato nell'ambito dei controlli e delle attività attuate dalla Polizia Ferroviaria per il Lazio nella settimana dall'8 al 14 febbraio. In tale ambito l'11 febbraio scorso, nell’ambito dell’operazione straordinaria “Rail Safe Day", promossa su scala nazionale dal Servizio Polizia Ferroviaria, sono stati intensificati i controlli nel “territorio ferroviario” della regione Lazio: 2 indagati, oltre 3.000 persone controllate, centinaia di bagagli ispezionati, 55 stazioni interessate, 160 operatori della Polfer impegnati, 7 illeciti amministrative contestati.

La Squadra di Polizia Amministrativa Compartimentale ha proceduto a denunciare una cittadina italiana di 36 anni poiché inosservante alla misura del Daspo Urbano emesso dal Questore di Roma con il divieto di accesso all’area dello scalo ferroviario di Roma Termini per la durata di un anno. La donna è stata trovata nei pressi della biglietteria automatica mentre importunava i viaggiatori intenti all’acquisto dei titoli di viaggio chiedendo loro denaro per agevolare le operazioni.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento