menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Infernetto: ladri di rame fanno razzia in un capannone in disuso

I tre 'predoni' arrestati dai carabinieri mentre camminavano in strada in via Alberto Franchetti. Rubati 100 chili di rame, poi restituiti al proprietario

Avevano fatto 'spesa di oro rosso' in un capannone in disuso nella zona dell'Infernetto per poi provare a portarlo via su un carrello della spesa. A mettere fine alla razzia di una banda composta da tre cittadini romeni, di età compresa tra i 24 e i 40 anni, (senza fissa dimora due dei quali con precedenti penali) i carabinieri della stazione Casal Palocco che li hanno arrestati con l'accusa di "furto aggravato in concorso".
 
A PIEDI SU VIA FRANCHETTI - I ladri sono stati intercettati dai militari mentre camminavano in strada in via Alberto Franchetti, spingendo dei carrelli della spesa. Alla vista della pattuglia, i cittadini romeni hanno assunto un atteggiamento nervoso e guardingo. Vista la loro reazione, gli uomini dell’Arma hanno deciso di controllarli scoprendo il motivo di tale agitazione: nei carrelli, i “predoni di oro rosso” avevano nascosto, tra alcune cianfrusaglie, 5 zaini, al cui interno sono stati trovati circa 100 chili di cavi elettrici e discendenti in rame.

CAPANNONE IN DISUSO - I successivi accertamenti hanno consentito di appurare che il materiale in rame era stato appena rubato in un capannone in disuso ubicato in via Cristoforo Colombo. Gli arrestati, sono stati processati con rito direttissimo nelle aule del tribunale di Roma. La refurtiva sarà restituita al più presto al legittimo proprietario.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento