Eur: rubano pc alle Poste, in fuga con l'auto provano ad investire gli agenti

I due ladri sono poi stati rintracciati ed arrestati dalla polizia. Erano entrambi sottoposti alla sorveglianza speciale

La sede centrale delle Poste Italiane in viale Europa (foto google)

Prima il furto dei pc alla sede centrale delle Poste all'Eur, poi la fuga in auto dopo aver provato ad investire agenti e uomini della sicurezza che avevano sorpreso uno dei ladri a rubare i computer in viale Europa. 

In particolare un uomo romano di 51 anni, noto alla Polizia per i suoi precedenti, dopo essersi introdotto negli uffici della sede di Poste italiane di viale Europa ed essersi impossessato di due personal computer è stato intercettato dal personale addetto alla sicurezza dell’azienda che, recuperato quanto asportato, non riusciva però a bloccare l’individuo.

In seguito ad una violenta reazione, il ladro lasciava l’edificio per poi salire a bordo di un’autovettura, condotta da un complice, che lo stava attendendo nei pressi di un’uscita secondaria dell’Ufficio Postale, in viale Asia.

Nel tentativo di sottrarsi all’intervento della Polizia Postale, nel frattempo sopraggiunta a seguito della segnalazione di Posteitaliane, il conducente si è allontanato a gran velocità, noncurante degli operatori di Polizia e del personale di Posteitaliane che, solo grazie all’immediata capacità di reazione, riusciva ad evitare di essere investito dall’autovettura. 

Venivano immediatamente diramate, attraverso la Sala Operativa della locale Questura, le ricerche del veicolo e, contestualmente, venivano avviati accertamenti sulla targa della vettura, che risultava intestata ad un uomo romano di 31 anni, con precedenti di polizia.

Gli uomini della Polizia Postale e del Commissariato Torpignattara intercettati i due uomini nei pressi delle rispettive abitazioni, procedevano al loro arresto e al sequestro dell’autovettura utilizzata per la tentata rapina.

Gli accertamenti di rito effettuati dagli investigatori della Polizia di Stato hanno permesso di rilevare che, oltre ai numerosissimi precedenti penali, i due risultavano sottoposti, rispettivamente, alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di dimora nel Comune di Roma ed alla misura cautelare dell’obbligo dimora nel Comune di Roma con contestuale divieto di allontanarsi dalla propria abitazione dalle ore 21.00 alle ore 07.00.


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Incidente sul Raccordo: auto ribaltata allo svincolo Centrale del Latte, Irene cerca testimoni

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

  • Il concorso per lavorare in Senato: ecco come candidarsi

Torna su
RomaToday è in caricamento