Esquilino, infrange vetrina di negozio militare e ruba pistola a gas: ladro fermato dai passanti

Fermato, è stato trovato in possesso di un coltello metallico con manico in legno, dallo stesso occultato all'interno di una tasca della giacca

Ha infranto la vetrina di un negozio e tentato di rubare una pistola a gas ma è stato bloccato da due Volanti della Polizia di Stato. E' successo nel tardo pomeriggio di ieri, in via Amendola all'Esquilino.

Subito dopo il ragazzo, un romeno di 20 anni, ha tentato di allontanarsi rapidamente ma l'azione è stata notata da alcuni passanti che lo hanno bloccato e fatto avvicinare al negozio; contemporaneamente sono giunte due Volanti della Polizia di Stato che in quel momento erano impegnate in un altro intervento non lontano dal quel luogo e per tale motivo hanno potuto udire il rumore della vetrina infranta.

I poliziotti hanno immediatamente individuato ed ammanettato l'autore del furto, mentre la pistola, presa poco prima, è stata trovata in terra in parte smontata. Il 20enne è stato anche trovato in possesso di un coltello metallico con manico in legno, dallo stesso occultato all'interno di una tasca della giacca.

Gli agenti lo hanno arrestato conducendolo presso il commissariato Viminale, dove è stato trattenuto in attesa del giudizio per direttissima in tribunale. È stato inoltre denunciato in stato di libertà per il possesso ingiustificato del coltello in precedenza rinvenuto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Zona arancione, oggi si decide per Roma e il Lazio: i romani dovranno abituarsi a nuove regole

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

Torna su
RomaToday è in caricamento