San Gregorio da Sassola: scoperta famiglia di ladri di energia elettrica

Arrestato il capofamiglia per furto aggravato. L'illecito per fornire di corrente un casolare abbandonato nelle campagne

Dopo aver occupato un casolare abbandonato nelle campagne del comune di San Gregorio da Sassola, una famiglia di cittadini romeni si era ‘attrezzata’ per risparmiare sull’energia elettrica. Il 22 ottobre i Carabinieri della Stazione del posto hanno così tratto in arresto per il reato di furto aggravato di corrente il capofamiglia, che aveva manomesso un contatore dell’Enel effettivamente intestato alla moglie, per bypassarlo ed evitare la registrazione dei reali consumi di energia e della potenza erogata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

FURTO DI ENERGIA - In tempi di crisi il fenomeno dei furti di energia è sempre più frequente a discapito non soltanto delle società fornitrici , ma anche dei clienti ‘regolari’ che sulla bolletta si ritrovano da pagare delle quote fisse per il recupero dell’energia erogata ma non recuperata per ragioni sconosciute. Il materiale utilizzato è stato sequestrato e l’arrestato è stato trattenuto in caserma in attesa di essere giudicato con rito direttissimo come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coronavirus, Lazio verso il coprifuoco e didattica a distanza parziale per le superiori. In arrivo un'ordinanza con i provvedimenti

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento