Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca Marcellina

Ruba corrente per il suo ristorante: "C'è crisi, devo abbattere i costi"

La scoperta da parte dei carabinieri nella zona di Marcellina. Il titolare in manette per "furto aggravato"

Un grosso magnete applicato sul contatore dell'energia elettrica. Una 'super calamita' capace di rallentare il conteggio del consumo della corrente dell'80 per cento circa con un risparmio stimato di circa 3mila euro al mese. A mettere in atto lo stratagemma per affrontare il periodo di "crisi" un ristoratore di Marcellina, Comune della provincia nord est romana, scoperto dai carabinieri della Compagnia di Tivoli nell'ambito di una serie di controlli che hanno riguardato altri sei ristoranti anche nella vicina Tivoli

ABBATTERE I COSTI - In particolare i controlli sono stati attuati dai militari della compagnia tiburtina, diretti dal Capitano Marco Beraldo, assieme al personale delle società dell'acqua e dell'energia elettrica mediante l'attuazione di una serie di screaming tesi ad individuare illeciti amministrativi e penali. In questo contesto gli investigatori hanno scoperto lo stratagemma messo in atto dal ristoratore di Marcellina, un uomo di 51 anni residente nell'area di Tivoli, che scoperto dai carabinieri si è poi giustificato: "C'è crisi, devo abbattere i costi". 

FURTO AGGRAVATO - Accertato lo stratagemma il ristoratore è stato arrestato con l'accusa di "furto aggravato". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba corrente per il suo ristorante: "C'è crisi, devo abbattere i costi"
RomaToday è in caricamento